Terza corsia A4, aperti tre chilometri dal nodo di Palmanova a Gonars

Pubblicato il 1 Agosto 2019 in Infrastrutture, Venezia

 

Terza corsia in A4, aperto al traffico il primo tratto in Friuli Venezia Giulia: per il momento si tratta di soli tre chilometri, dal nodo di Palmanova a Gonars, in direzione Venezia. La cerimonia del taglio del nastro, oggi 1 agosto, in pieno periodo di esodi estivi, alla presenza del presidente di Autovie Venete, Maurizio Castagna, e del presidente della Regione Friuli Venezia Giulia e commissario straordinario per l’emergenza in A4, Massimiliano Fedriga.

Il nuovo tratto a tre corsie è lungo circa tre chilometri e mezzo e interessa i comuni di Gonars e Bagnaria Arsa. È uno dei punti più delicati e strategici dell’asse autostradale perché coinvolge il nodo di interconnessione fra A4 e A23 all’altezza di Palmanova dove si intersecano i flussi di traffico da e verso Venezia, Udine, Trieste e quelli diretti verso l’Austria e la Slovenia. I lavori erano iniziati a ottobre 2017.

Oltre all’allargamento della carreggiata (da due a tre corsie) gli interventi hanno riguardato la demolizione e costruzione di tre cavalcavia, fra i quali quello sulla direttrice Trieste – Venezia, l’opera principale del primo sub lotto, inaugurato il 2 giugno di quest’anno. Si tratta di un manufatto imponente in acciaio e calcestruzzo composto da due campate, lungo 120 metri e la cui struttura in acciaio pesa 530 tonnellate. L’impresa realizzatrice del lotto è un’Ati (Associazione Temporanea d’impresa) formata dalla capofila Cmb (Società cooperativa muratori e braccianti di Carpi, dalla C.E.L.S.A. Soc. Coop di Latisana (UD) e dalla C.G.S. SpA di Udine).

Il prossimo obiettivo è l’apertura della terza corsia nel tratto Gonars – nodo di Palmanova anche in direzione Trieste per l’autunno 2019. Entro fine anno – con un semestre d’anticipo rispetto alle previsioni – verrà terminato tutto il primo sub lotto del quarto lotto, lungo complessivamente 4 chilometri e 700 metri. Sempre entro la fine del 2019, massimo entro i primi mesi del 2020, Autovie conta di aprire al traffico il tratto più impegnativo e trafficato dell’intera opera (dal ponte sul Tagliamento al nodo di Palmanova). Quindi sarà la volta del tratto tra Portogruaro e Alvisopoli, la cui conclusione dei lavori è prevista entro la fine del 2020 o al massimo nei primi mesi del 2021.



Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211