Saldi estivi 2019, in Veneto si parte il 6 luglio. I consigli di Adiconsum Verona

Pubblicato il 2 Luglio 2019 in Commercio, Fisco e consumi

saldi  

I saldi estivi 2019 in Veneto iniziano sabato 6 luglio e si concludono il 31 agosto. Un’opportunità di risparmio per i consumatori, che però può portare con sé anche qualche rischio. E come ogni anno, ci si attrezza per farvi fronte. Per aiutare in questo arriva il vademecum di Adiconsum Verona per fare acquisti in sicurezza.

Il vademecum

Il primo consiglio è «verificare i prezzi prima dell’inizio ufficiale dei saldi» per evitare situazioni in cui il taglio al prezzo sia fittizio. Secondo consiglio: «fare attenzione ai saldi con percentuali troppo elevate». Terzo: «diffidare degli importi scritti col pennarello senza indicazione del prezzo originale». Quarto consiglio: «se il negoziante non permette di provare i capi, acquistare solo se si è sicuri della scelta. La possibilità di provare i capi, infatti, è a discrezione del commerciante». Il quinto: «durante i saldi i negozianti devono accettare i pagamenti con bancomat o carte di credito a norma di legge. Non sono ammesse deroghe o commissioni». Sesto: «in caso di acquisto per un regalo, prendere accordi col commerciante. Egli ha infatti l’obbligo di cambiare la merce solo nel caso sia difettosa. Il cambio per altri motivi è a sua discrezione». Settimo: «è bene conservare sempre lo scontrino per poter eventualmente cambiare merce difettosa e contestare l’acquisto».

«I saldi – evidenzia Davide Cecchinato, presidente di Adiconsum Verona – rappresentano ancora un’opportunità di risparmio ma è bene fare attenzione ad alcune semplici regole per trasformare un’occasione di risparmio in un bidone», Adiconsum Verona consiglia inoltre di prestare attenzione ai saldi on line. Spesso si tende a compiere acquisti impulsivi, complici i prezzi accattivanti. Una buona soluzione è quella di eseguire una ricognizione nei principali siti per scegliere gli articoli più interessanti e annotarne il prezzo. «Attenzione, inoltre, – avverte Cecchinato – alla referenza del venditore on line. Prima di acquistare via internet è consigliabile verificare se altri consumatori hanno lamentato difficoltà. In questi giorni abbiamo ricevuto segnalazioni di consumatori che non hanno ricevuto la merce ordinata via internet». Le eventuali controversie possono essere risolte attraverso la piattaforma ODR. E se il venditore si trova in un altro paese UE è possibile contattare il Centro Europeo Consumatori Italia per assistenza.



Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211