BpVi, il tribunale di Venezia: «Le operazioni baciate sono nulle»

Pubblicato il 31 Luglio 2019 in Credito, Vicenza

Banca Popolare di Vicenza  

Le operazioni ‘baciate’ sono nulle e i clienti della ex Popolare di Vicenza, finanziati per comprare le azioni, sono liberati dai debiti. Lo ha deciso il tribunale di Venezia, Sezione Specializzata in materia di Imprese, nell’ambito di un contenzioso promosso da un azionista di Popolare di Vicenza, assistito dall’avvocato Mario Azzarita dello Studio Legale Sat di Padova.

Le cosiddette operazioni ‘baciate’ consistevano in acquisti di azioni di Banca Popolare di Vicenza mediante provvista fornita dalla stessa banca, come spiega, in una nota, lo stesso studio legale.

Dopo circa tre anni di processo la Sezione Specializzata in materia societaria del Tribunale veneziano, composta dai magistrati Lina Tosi, Alessandra Ramon e Lisa Torresan, si è pronunciata ritenendo tali operazioni contrarie al divieto espresso, contenuto nell’articolo 2358 del  Codice Civile, di finanziare gli acquisti di azioni di società per azioni. Il Tribunale ha chiarito che tale divieto si estende anche alle società cooperative, quale era Popolare di Vicenza all’epoca dei fatti, ed in particolare alle banche popolari. Nel caso specifico si trattava di un collocamento di azioni proprie della banca, con finanziamento collegato per circa 1,4 milioni di euro.

Il collegamento tra finanziamento e acquisto di azioni è stato considerato dimostrato a causa della ristretta vicinanza di tempo tra le due operazioni (appena un paio di giorni) e sulla base delle testimonianze rese dal personale della BpVi, che hanno confermato la strumentalità del finanziamento. La conseguenza della nullità è la liberazione dell’azionista dall’obbligo di restituire le somme utilizzate per comprare le azioni.

Ora tutti i soggetti interessati si augurano che la decisione presa dal Tribunale veneziano possa creare un precedente e aprire la strada a una soluzione, definitiva e uniforme per tutti, della questione ‘baciate’ da parte della procedura di Liquidazione coatta amministrativa (Lca), cioè il soggetto giuridico che dovrebbe agire per la restituzione dei finanziamenti.



Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211