Asiago lancia il picnic ecologico: plastica vietata nei luoghi pubblici

Pubblicato il 7 Giugno 2019 in Fisco e consumi, Turismo, Vicenza

 

Il comune di Asiago vieta la plastica usa e getta nei luoghi pubblici. Il centro più grande dell’Altopiano ha deciso di dire addio ai picnic inquinanti, che lasciano nei boschi spazzatura e stoviglie usate, aggredendo il problema alla radice, e anticipando il divieto sancito dal Parlamento europeo che a partire dal 2021 mette al bando posate e piatti di plastica monouso, cannucce, bastoncini cotonati, bastoncini di plastica per palloni e contenitori per alimenti in polistirolo espanso.

L’ordinanza 36 del 3 giugno 2019, ad efficacia immediata, dispone «il divieto generalizzato, nei luoghi pubblici, dell’uso di materiali plastici non compostabili, ammettendo esclusivamente posate, piatti, bicchieri in materiale biodegradabile e compostabile, ovvero sacchetti monouso in materiale biodegradabile e compostabili, o borse riutilizabili (tipo a rete, stoffa, tessuto, plastica riclicata)». Per i trasgressori sono previste multe da 25 a 500 euro.

Foto di Zen41 da Wikipedia – Opera propria, Pubblico dominio



Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211