Menu

Cassa depositi e prestiti: a Verona la prima sede territoriale dopo Roma

Pubblicato il 14 Maggio 2019 in Credito, Verona

 

La Cassa depositi e prestiti ha inaugurato la sua prima sede territoriale a Verona. Taglio del nastro oggi 14 maggio per la prima delle nuove sedi territoriali del gruppo partecipato dal ministero dell’Economia, prima tappa di un progetto finalizzato a rafforzare la capacità d’intervento del Gruppo nel Paese, come delineato dal Piano Industriale 2019 – 2021.

Dopo Verona, il piano prevede l’apertura di altre nuove sedi nel corso dell’anno: Genova, Napoli, Firenze, Palermo, Bari e Torino. La sede nasce per il supporto alle imprese, anche con un’attenzione alle Pmi, e con un rinnovato sostegno agli enti territoriali e la valorizzare le sinergie con i partner bancari e le istituzionali locali. Le nuove sedi saranno inoltre un luogo di confronto con tutti gli stakeholder locali per realizzare prodotti sempre più adeguati alle esigenze del territorio. A tal fine le sedi saranno dotate di spazi polifunzionali che potranno ospitare seminari e incontri.

«Il programma di apertura delle nuove sedi del Gruppo Cdp – spiega il presidente di Cdp Massimo Tononi, presente al taglio del nastro – è espressione della volontà di mettere il territorio al centro del nostro operato. Il senso di responsabilità nei confronti degli oltre ventisei milioni di risparmiatori postali e dei nostri azionisti ci impone di privilegiare gli interventi che generano maggiori ricadute sull’economia del Paese e sul benessere dei cittadini».

Per Fabrizio Palermo, amministratore delegato del gruppo, «c’è un rapporto storico che unisce Cdp ai territori. Un rapporto che da oggi rafforziamo avviando da Verona il piano di apertura della nuova rete territoriale. I nuovi uffici saranno operativi in tutta Italia, con un’offerta integrata di strumenti dedicati alle piccole e medie imprese e agli enti locali».

Nel corso dell’ultimo triennio, il Gruppo Cdp, con il significativo contributo delle controllate Sace e Simest, ha supportato le imprese del Triveneto per oltre 20 miliardi di euro, anche in sinergia con il sistema bancario. Nello stesso arco temporale ha concesso circa 700 milioni di euro di finanziamenti a oltre 150 enti pubblici sul territorio, mentre il contributo a supporto di progetti di sviluppo infrastrutturale ha raggiunto circa 1 miliardo di euro. Nell’ambito del supporto al social housing, il Gruppo Cdp ha impegnato, nel corso degli anni, oltre 200 milioni di euro, attraverso il Fondo Investimenti per l’Abitare (FIA), per la realizzazione di progetti di edilizia sociale.

Foto: Twitter



Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211