Mose, riciclaggio delle tangenti all’estero: sequestrati 12,3 milioni

Pubblicato il 11 Aprile 2019 in Venezia

 

Su ordine del Gip di Venezia, il Nucleo di Polizia economico finanziaria ha eseguito un provvedimento di sequestro del valore di 12.335.378 euro, profitto dei reati di riciclaggio internazionale e di esercizio abusivo dell’attività finanziaria commessi, a vario titolo, da 6 indagati tra cui due commercialisti padovani, come prestanome. I soldi, secondo le Fiamme Gialle, deriverebbero in parte dal reinvestimento all’estero dei proventi della corruzione realizzata dall’ex governatore del Veneto Giancarlo Galan nell’ambito della costruzione del Mose; in altra parte sono frutto del riciclaggio di fondi neri trasferiti all’estero da imprenditori veneti che avevano evaso il fisco nel tempo, fin dai primi anni 2000. 

 

 





Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211