Martinello e Possagnolo, due giovani imprenditori veneti premiati da Forbes

Pubblicato il 3 Aprile 2019 in Innovazione, Padova, Pmi e Imprese, Treviso

 

Nunzio Martinello e Nicola Possagnolo, co-founder della padovana Noonic ed entrambi 29enni, sono stati selezionati da Forbes Italia tra i «100 Number One». I due giovani imprenditori veneti, trevigiano di Castelfranco Veneto Possagnolo, padovano Martinello, fanno rispettivamente parte delle cinquine «Marketing & Advertising» e «Enterprise Technology». Un risultato di grande rilievo per la società di consulenza strategica digitale nata nel 2011 e attiva ora, oltre che a Padova, anche a Milano, Londra e Bangalore. Ma un successo in primis per i due imprenditori under 30 che, in pochi anni di attività vedono ora già certificato il valore del proprio lavoro da una rivista di assoluto rilievo qual è Forbes.

«Siamo estremamente felici di questo riconoscimento – commenta Nunzio Martinello – far parte di questa classifica assieme a nomi importanti dell’innovazione made in Italy ci riempie di orgoglio e ci stimola a proseguire sulla via imprenditoriale intrapresa qualche stagione fa per cercare di ottenere ulteriori successi in futuro».

«Essere stati selezionati da Forbes Italia tra i migliori cinque imprenditori under 30 che si occupano di Marketing e Advertising è per me e per la nostra società un grande risultato – dice Nicola Possagnolo -, avere ottenuto questa attenzione dal prestigioso Forbes a 29 anni non fa poi che accrescere la soddisfazione personale e la responsabilità nel mio lavoro di imprenditore».

Chi sono i due giovani innovatori

Nicola Possagnolo, nato il 15 maggio 1989, è un giovane imprenditore italiano specializzato in marketing advisoring and digital strategy. Si occupa della definizione di strategie di monetizzazione online e lavora con alcune tra le più importanti realtà del mondo Fintech – come Agos e Illimity – e Food per le quali svolge il ruolo di innovation advisor. Dopo un’esperienza a Fabrica, il centro creativo del Gruppo Benetton, fonda Noonic la sua prima società a 22 anni in India, per aprire successivamente le sedi di Padova, Milano, Londra e Bangalore.

Lo sbarco a Bangalore, la «Silicon Valley» indiana, è datato febbraio 2013; nel Paese indiano Possagnolo è arrivato a gestire un team di 25 persone. Poi, in seguito alla crescita del business in Europa e alla necessità di sviluppare nuovi prodotti, molto più complessi sotto il punto di vista del design, decide di tornare ad investire in Italia. Il suo è stato il primo caso di reshoring (il rientro di attività produttive prima delocalizzate all’estero) da parte di una startup digital.

Nel giugno del 2017 porta le sue competenze di digital marketing all’interno di un ristorante, il Zanze XVI, un progetto in cui è coinvolto un gruppo di imprenditori veneti: da Alberto Baban, a Luca Marzotto e Ferdinando Businaro, alla ditta Bortolo NardiniPietro Maria Terzano e Massimiliano Zacchello. Nel 2018, assieme a Fiera Bolzano, dà vita a «Italian Data Flavour», la prima ricerca che, attraverso un puntuale studio dei dati, analizza il grado di digitalizzazione della ristorazione stellata italiana e dei consorzi di tutela.

Nunzio Martinello, nato nel 1989, è un giovane imprenditore italiano specializzato in sviluppo di startup, progetti di innovazione e tecnologia Blockchain. È CEO di Noonic, agenzia di consulenza strategica digitale attiva fra Padova, Milano, Londra e Bangalore. Fondata con i due soci Nicola Possagnolo e Sebastiano Favaro nel 2011 a soli 22 anni, Noonic supporta le aziende nel processo di Digital Transformation.

Ha iniziato a sviluppare software intorno ai 15-16 anni per hobby. Si è poi iscritto ad Informatica, mantenendosi con qualche lavoro di sviluppo software da freelance, e a 19 anni ha sviluppato delle app per Facebook che hanno raggiunto circa 250 milioni di utenti. Si è quindi interessato all’advertising online e al marketing digitale. Nel 2011 ha iniziato a collaborare con i’m Watch, startup di Vicenza finanziata da Ennio Doris, occupandosi delle campagne di vendita online, per poi assumere dopo qualche mese il ruolo di responsabile marketing.

A Maggio 2012 nasce l’idea di aprire un’agenzia di sviluppo software e marketing digitale, focalizzata sullo sviluppo di progetti innovativi e con una forte propensione verso le nuove tecnologie, metodologie di lavoro e opportunità offerte dal digitale. La società nasce in India, a Trivandrum, dove dal febbraio 2013 apre l’ufficio che in un anno raggiunge 25 persone che vi lavorano, nel 2014 apre la sede italiana tra Milano e Padova, a ottobre 2014 sposta la sede a Bangalore, realtà che rappresenta il secondo ecosistema startup al mondo.

Da settembre 2015 decide di potenziare il team italiano attraverso l’assunzione di figure senior di grande esperienza e competenza e riporta in Italia le attività di sviluppo di Noonic aprendo una nuova sede a Padova.

Oggi l’imprenditore digitale padovano lavora a Bangalore su più fronti. Da una parte segue lo sviluppo delle startup spinoff di Noonic, dall’altra svolge attività di supporto per grandi aziende nel loro percorso innovativo fornendo loro servizi custom-tailored e definendo strategie di performance marketing per l’acquisizione di nuovi clienti.



Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211