Arena di Verona, dagli albergatori 100 mila euro per la nuova Aida

Pubblicato il 19 Marzo 2019 in Cultura, Pmi e Imprese, Verona

 

Gli albergatori veronesi donano 100 mila euro per rinnovare l’Aida. Quest’anno, infatti, l’edizione storica del 1913 si arricchisce di novità scenografiche e di illuminazione.

Un restyling possibile grazie al contributo economico versato da un gruppo di imprese alberghiere veronesi che, in modo autonomo e individuale, hanno scelto di utilizzare l’Art bonus per realizzare questo progetto.

È la prima volta che imprenditori veronesi scendono in campo a fianco di Comune e istituzioni per sostenere la Fondazione Arena. Ora il Comune punta a far si che l’Art Bonus diventi strutturale.

«Verona senza Fondazione Arena sarebbe un’altra città – ha detto il sindaco Federico Sboarina -. E le categorie non solo l’hanno capito, ma hanno visto dentro al nostro progetto di rilancio, che si basa su una visione manageriale dell’ente lirico, la cui gestione è stata affidata a persone di altissimo profilo, oltre che qualificate e competenti».



Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211