Menu
testata sezione

Capodanno cinese: convegno VCNY-Ciset su turismo e business tra Veneto e Cina

 

Sono centinaia di migliaia i turisti cinesi che ogni anno scelgono di visitare Venezia e il Veneto. Un rapporto, quello tra il Paese del Sol Levante e la Serenissima, che dura da secoli e viene ora celebrato con una serie di eventi in occasione del Capodanno cinese (quest’anno sarà l’anno del maiale e cade il 5 febbraio). È il progetto VCNY, acronimo che sta per Veneto Chinese New Year che avrà luogo in varie città venete dal 5 al 15 febbraio 2019.

Ideato e promosso da Nicola Farronato, ceo di B-sm@rk società specializzata in progetti di ricerca sul turismo cinese in Italia e Irlanda, vede la collaborazione di Ciset – Centro Internazionale di Studi sull’Economia Turistica – e il patrocinio della Regione Veneto. VCNY si propone come soggetto aggregatore dei tanti eventi organizzati sul territorio e in particolare quest’anno punta l’attenzione sui rapporti turistico/commerciali esistenti tra Veneto e Cina, con un’attenzione particolare ai Millennials cinesi a cui sono rivolti pacchetti di ospitalità appositamente studiati per loro.

Obiettivo della manifestazione è rafforzare il legame esistente tra Veneto e Cina, focalizzando l’attenzione su 3 aspetti. In primo luogo il turismo: il Veneto rappresenta la prima regione in Italia per numero di arrivi turistici dalla Cina e la seconda per numero di presenze, dopo il Lazio. Con 741,8 mila arrivi e 977,1 mila presenze registrate nel 2017 (ultimo anno disponibile), il Veneto vanta una quota rispettivamente del 24% e 19% dell’intero movimento turistico dalla Cina rilevato in Italia nelle strutture ricettive registrate.

In secondo luogo la cultura: il visitatore cinese predilige il turismo culturale legato alle città d’arte, di cui Venezia e Verona rappresentano i must da non perdere. Al terzo posto il business: i forti legami economici tra Veneto e Cina saranno scandagliati durante il convegno previsto il 15 febbraio a Treviso.

Come sintesi di questi tre aspetti nasce l’evento organizzato da Ciset in collaborazione con il Centro Selisi dell’Università Ca’ Foscari, VCNY e Ca’ Foscari Alumni dal titolo «Il mercato cinese: asset strategico per il turismo e il sistema economico». Il 15 febbraio, a partire dalle ore 9.30, nell’Aula Magna della sede trevigiana dell’Università lagunare si approfondiranno i radicati rapporti che legano il Veneto (e Treviso soprattutto) con il mercato cinese, in un confronto sia culturale che economico, dove il turismo è uno degli aspetti principali di interrelazione. 

Programma

9:30 –9:50 – Saluti istituzionali

Giancarlo Corò – Direttore Centro SELISI, Università Ca’ Foscari Venezia

Federico Caner – Assessore alla Programmazione, Fondi UE, Turismo, Commercio Estero

Lavinia Colonna Preti – Assessore alla Cultura, Comune di Treviso

Mario Pozza – Presidente Camera i Commercio di Treviso e Belluno e della Cabina di Regia della OGD Città d’arte e Ville Venete del Territorio Trevigiano

Gianni Garatti – Presidente Fondazione Marca Treviso

Mara Manente – Direttore Ciset – Centro Internazionale di Studi sull’Economia Turistica

9:50 – 10:00 – Introduzione al progetto VCNY

Nicola Farronato – B-sm@rk Ltd

10:00 – 11:00 – Sessione 1 – Il cliente cinese: i punti chiave per conoscerlo.

Principali dinamiche del mercato turistico cinese
Damiano De Marchi – Ricercatore, Ciset – Centro Internazionale di Studi sull’Economia Turistica

Centralità delle competenze culturali e linguistiche
Wang Hui – Collaboratore ed Esperto linguistico, Dipartimento di Studi sull’Asia e sull’Africa Mediterranea, Università Ca’ Foscari Venezia

Innovazione e ICT: come cambia il consumatore cinese
Elisa Barbieri – Professore Associato Dipartimento di Economia,Università Ca’ Foscari Venezia

11.00 – 12.00 – Sessione 2 – Veneto e Cina: una sfida tra tradizione e innovazione

La filiera turistica tra tradizione e innovazione
Francois Droulers – Presidente Sezione Turismo, Confindustria Venezia

I fattori di competitività per il sistema alberghiero: il ruolo delle OTA
Giovanni Cher – Presidente, Federalberghi Treviso

WeChat e l’ecosistema digitale cinese per ingaggiare e attrarre i turisti cinesi in Veneto
Nicola Canzian – Managing Partner, Digital Retex

12.00-13.00 Panel: Partnership e reti per la competitività

Introduce il panel: Claudia Vernotti – Director ChinaEU Bruxelles 

One Road one Belt
Federico Grandesso – corrispondente Italia per Xinhua

Turismo, Cultura e Business: le opportunità del Capodanno Cinese
Caterina Ying – Presidente Associazione Italiana del turismo cinese 

Sistemi di pagamento dei Millennials cinesi
Davide Giraldo – SilkPay

La Cina e la Rete Mondiale Unesco dei Musei dell’Acqua
Eriberto Eulisse – Coordinatore della Rete Mondiale Unesco dei Musei dell’Acqua

La partecipazione agli eventi è libera.



Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211