Menu

Smog, livello Pm10 torna alto: scatta l’allerta arancio in tutto il Veneto

Pubblicato il 18 Febbraio 2019 in Fisco e consumi, Padova, Rovigo, Treviso, Veneto, Venezia, Verona, Vicenza

immatricolazioni auto  

Scatta l’allerta arancio per lo smog in tutti i capoluoghi del Veneto, eccetto Belluno. Il bollettino dell’Arpav pubblicato il 18 febbraio 2019 ha certificato il superamento per quattro giorni consecutivi dei limiti di concentrazione del Pm10 nell’aria (50 µg/m3).

Di conseguenza da martedì 19 a giovedì 21 febbraio scattano le limitazioni al traffico a Venezia, Verona, Padova, Vicenza, Treviso e Rovigo oltre che nei comuni del circondario. Con le relative sanzioni. Che a Vicenza scatteranno però solo «a partire dalle 8.30 di mercoledì 20 febbraio, quando tutti i cartelli stradali che ne danno comunicazione saranno stati opportunamente posizionati» come si legge in una nota del Comune.

Il livello 1 “Arancio” vieta la circolazione per tutti i giorni della settimana, compresi quindi anche sabato e domenica, dalle 8.30 alle 18.30, di ciclomotori e motocicli Euro 0 a due tempi, di autovetture ad uso proprio alimentate a benzina Euro 0 e 1 e diesel Euro 0, 1, 2, 3 e 4 e dei veicoli commerciali N1, N2, N3 alimentati a diesel Euro 1, 2 e 3.

È inoltre vietato utilizzare impianti termici a biomassa di classe inferiore alle 3 stelle ed effettuare combustioni all’aperto. Non è possibile effettuare lo spandimento di liquami zootecnici.



Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211