Harry’s Bar sposta la sede negli Usa. Nuovo resort in Uruguay

Pubblicato il 4 Febbraio 2019 in Turismo, Venezia

 

Un simbolo di Venezia che diventa sempre più globale, almeno dal punto di vista finanziario (e fiscale). L’assemblea dei soci di C Management e della controllata Cipriani International – a cui fa capo il celebre ristorante Harry’s Bar di piazza San Marco – sposta la sua sede legale nel Delaware, stato degli Usa che presenta una fiscalità particolarmente agevolata.

Ma la testa del marchio nato in laguna – che conta 24 locali in tutto il mondo ed è stato riacquistato nel 2018 da Giuseppe Cipriani, figlio del fondatore Arrigo – era già fuori dai confini italiani, visto che la sede legale del gruppo si trovava fino ad ora in Lussemburgo, come racconta Affari e Finanza.

Ma gli Stati Uniti non sono l’unico territorio in cui il gruppo si sta muovendo. Nei giorni scorsi è stato annunciato un investimento di 450 milioni di dollari per costruire un hotel di lusso con casinò in Uruguay. Il progetto, battezzato Ocean Cipriani Resort, sorgerà a Punta del Este, località balneare sulla costa atlantica, circa 100 chilometri a est della capitale Montevideo.

Foto: via Facebook



Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211