China Ingross paga 1,8 milioni per sanare l’abuso: area artigianale usata per il commercio

Pubblicato il 1 Febbraio 2019 in Commercio, Padova

 

La “Chinatown” padovana di Corso Stati Uniti regolarizza la sua posizione e versa al Comune 1,8 milioni di euro. Come scrive il Mattino di Padova del 1 febbraio, la società milanese Binario Spa, proprietaria del Centro ingrosso Padova (uno dei due poli del China Ingross, l’altro, adiacente, si chiama Centro ingrosso Cina), ha versato alle casse comunali gli oneri di urbanizzazione arretrati e ha accettato di destinare 4.400 metri quadrati nell’area per parcheggi.

Il nodo del contendere, che si trascinava da anni, riguarda un abuso edilizio dovuto al fatto che quei lotti di 160 mila metri quadri lungo la tangenziale est erano destinati ad attività artigianali. Ma da anni ospitano attività commerciali all’ingrosso. Di qui la necessità di versare una somma ingente per sanare l’abuso, e di destinare più spazio alla sosta delle auto. I soldi, dice l’assessore al commercio Antonio Bressa, saranno utilizzati per le manutenzioni ordinarie e straordinarie di strade e marciapiedi.

Foto via www.centroingrossocina.it



Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211