Menu

Videosorveglianza in asili, Consiglio regionale approva proposta di legge

Pubblicato il 22 Gennaio 2019 in Economie, Regione

 

Il Consiglio regionale del Veneto ha approvato il progetto di legge regionale che introduce la videosorveglianza negli asili, nelle scuole d’infanzia, nelle strutture assistenziali per anziani, disabili e minori in situazione di disagio. La proposta è stata approvata  il 22 gennaio con 38 voti favorevoli e 2 astenuti.

L’obiettivo è contrastare gli abusi fisici e psichici nei confronti dei soggetti deboli. La proposta è giustificata dal relatore Alberto Semenzato, consigliere della Lega Nord, «per spingere il Senato a chiudere questa importante partita per fermare una volta per tutte i maltrattamenti nei confronti di quanti non possono difendersi».

Ad astenersi solo i consiglieri Patrizia Bartelle (IiC) e Piero Ruzzante (LeU), secondo cui «il provvedimento centra un problema, quello degli abusi su persone che non si possono difendere, ma non inquadra la soluzione. Manca completamente un’ottica preventiva, la Lega conferma il suo approccio ideologico puntando sulla repressione». I due consiglieri hanno presentato un emendamento, approvato dal consiglio regionale, che prevede la videosorveglianza negli uffici dei direttori, dirigenti e uffici amministrativi.

Photo by Paweł Czerwiński on Unsplash



Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211