Menu

Melegatti, lievito madre dei pandori “salvato” da due operai

Pubblicato il 23 novembre 2018 in Lavoro, Pmi e Imprese, Verona

pandoro melegatti  

È una bella storia che sta facendo il giro del web quella della Melegatti di San Giovanni Lupatoto, azienda che il 20 novembre ha ripreso a produrre i pandori in vista del Natale, e lo ha fatto grazie alla generosità di due dipendenti. Matteo Peraro e Davide Stupazzoni, questi i nomi dei due operai, hanno infatti mantenuto in vita il lievito madre alimentandolo ogni giorno, durante i mesi di chiusura dello stabilimento in cui erano in cassa integrazione. Nonostante fossero senza stipendio, i due operai si sono impegnati nella cura di quello che, per la storica azienda dolciaria veneta, rappresenta un valore inestimabile.

Melegatti, dopo aver rischiato la chiusura definitiva, è stata salvata dal fallimento dall’imprenditore vicentino Giovanni Spezzapria, che ha assunto 35 ex dipendenti. È lo stesso Spezzapria a raccontare al Corriere del Veneto la storia di dedizione di Peraro e Stupazzoni. Una vicenda che sta appassionando i social network, dove qualcuno pare sia arrivato a chiedere, per loro, l’onorificenza di cavalieri del lavoro.



Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211