Menu

Forestali veneti, la Regione recepisce l’accordo integrativo regionale

Pubblicato il 14 settembre 2018 in Lavoro, Regione

 

La giunta regionale del Veneto ha recepito integralmente il contratto integrativo regionale per i lavoratori del settore forestale, con l’approvazione il 10 settembre 2018 da parte della giunta e con il diretto impegno del vicepresidente Gianluca Forcolin. Ora il contratto siglato il 24 luglio, che prevede un aumento del 5% in busta paga per 600 lavoratori dei boschi, può essere applicato a Veneto Agricoltura come affermano i segretari regionali di Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil. «Questa delibera – dichiarano i sindacalisti – è molto importante perché il contratto siglato con Uncem Veneto il 24 luglio 2018 riafferma alcuni principi già sanciti dagli accordi territoriali soprattutto in tema di turnover e di garanzia dei livelli occupazionali. Gli addetti del comparto sono poco meno di 600 e negli anni stanno diminuendo. L’accordo prevede che nel caso di pensionamento o dimissioni si proceda a nuove assunzioni o a trasformazione di contratti a tempo determinato in contratti a tempo indeterminato».

Il problema del ricambio generazionale si fa sentire anche nel settore forestale dove il numero di addetti è ormai arrivato ad una soglia limite, affermano i rappresentanti sindacali, al di sotto della quale non possiamo permetterci di andare se non vogliamo davvero mettere in serio pericolo l’equilibrio idraulico forestale del nostro fragile territorio.

«Con questa delibera – proseguono – si dà pertanto piena attuazione a quanto già stabilito con la Regione per il passaggio a Veneto Agricoltura dei lavoratori forestali. Ora sarà nostro impegno continuare a collaborare con tutti gli interlocutori che hanno un ruolo per il rafforzamento del progetto su Veneto Agricoltura. Un contratto importante che lancia un messaggio: va ricordato infatti che il contratto nazionale è fermo addirittura al 2012 e soprattutto che sono pochissime le regioni italiane in cui si realizza una contrattazione integrativa mentre grazie ad Uncem e Fai Flai Uila e la Regione in Veneto questo è stato fatto».



Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211