Menu

Pedemontana Veneta, Salvini a Venezia per la firma con Zaia

Pubblicato il 29 agosto 2018 in Infrastrutture, Regione, Veneto

pedemontana veneta  

Tutto confermato. Giovedì 30 agosto Matteo Salvini sarà a Venezia per firmare il protocollo per la legalità tra la Regione e le prefetture di Treviso e Vicenza, che servirà a prevenire i tentativi di infiltrazioni criminali nel cantiere della Pedemontana Veneta. La conferma dell’incontro col ministro degli Interni a Palazzo Balbi, che di fatto rilancia il cantiere della superstrada a pagamento che collegherà Montecchio Maggiore a Spresiano, è arrivata ieri dal governatore Luca Zaia: «Con questa firma – dice Zaia – si riconferma che questa opera va fatta sul serio, e che è bene che sia sempre acceso un faro sulla Pedemontana. Si tratta, lo ricordo, di un’opera decisa nel 1990, con il progetto del 2002, la gara del 2006 e l’aggiudicazione nel 2009 in seguito a una sentenza del tribunale».

Zaia: «Sotto il tappeto non c’è polvere»

Riguardo ai dubbi sulla sostenibilità dell’opera, Zaia è categorico: «Da quando abbiamo preso in mano la Pedemontana, cioè dal primo gennaio 2017, quando è diventata regionale, abbiamo coinvolto Corte dei Conti, Avvocatura dello Stato e Anac, nominando come commissario il vice avvocato generale dello Stato, Corsini: quelli che dicono che c’è polvere sotto il tappeto mi dicano dov’è». Insomma, sembra proprio che la revisione delle grandi opere annunciata da Danilo Toninelli non riguardi la Pedemontana: «Con il ministro dei Trasporti ho avuto un bell’incontro e abbiamo parlato di tante partite – conclude Zaia – Penso che la Pedemontana non sia al centro delle questioni, ma bisogna spiegare ai cittadini che il dibattito politico si deve tradurre in opere».

Alessandro Macciò



Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211