Menu

Lavoro, tirocini e “falsi stage”: a Villorba seminario Nidil Cgil

Pubblicato il 18 giugno 2018 in Lavoro, Treviso

 

Un seminario per comprendere cos’è tirocinio e cosa invece è lavoro mascherato da stage, ma anche come provare l’uso distorto dello strumento formativo. È l’obiettivo del seminario organizzato da Nidil Cgil e dalla Cgil di Treviso, intitolato “Se lavoro non è stage. Problematiche, normativa e vertenze nel mondo degli stage”. Appuntamento martedì 19 giugno dalle 9.30 alle 13.30 all’Hotel Terrazze di Villorba (vicolo Roma 72), con il segretario generale della Cgil di Treviso Giacomo Vendrame e il segretario nazionale della categoria dei lavoratori atipici della Cgil Claudio Treves.

Gli altri relatori del seminario sono Anna Rita Contessotto (progetto S.o.l. Treviso), Rosanna Careddu (u.v.l. atipici Treviso), Maurizio Gambuzza (Veneto Lavoro), Fabrizio Maritan (politiche attive del lavoro – Cgil Veneto), Alberto Irone (politiche giovanili – Cgil Treviso), Claudio Naccarati (rspp – Cgil Treviso), Marco Moretti (segretario Flc Treviso). Inoltre sono previsti i contributi di tirocinanti e studenti.

Il seminario nasce, spiega la Cgil, «in seguito all’estensione dell’uso dei tirocini anche per brevi periodi, addirittura di soli 15 giorni, prevista dalla normativa regionale in materia» e ragionando sulla possibilità di un «uso distorto dello strumento formativo» che potrebbe a volte «mascherare un vero e proprio rapporto di lavoro o, persino, essere utilizzato a sostituzione degli aboliti voucher». L’appuntamento, aperto a tutti, mira a dare informazioni utili per capire cos’è tirocinio e quando invece maschera un rapporto di lavoro, e quali strumenti vertenziali possono essere messi in campo di fronte a un eventuale uso distorto.



Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211