Menu

TEDxPadova: in Fiera arrivano Di Centa, Gualazzi e Cecchi Paone

Pubblicato il 3 maggio 2018 in Cultura, Padova

 

Raphael Gualazzi richiama la musica, i suoi brani. Manuela Di Centa, invece, neve, fatica e medaglie d’oro olimpiche. Pensando a Umberto Pelizzari si trattiene il fiato, come faceva lui per i suoi record mondiali di apnea. Con Andrea Pennacchi si sale sul palco, a teatro. Mentre Alessandro Cecchi Paone sposta il focus in uno studio televisivo. Eppure c’è un filo conduttore che li unisce: la voglia di parlare di innovazione. A metterli insieme anche un luogo, o meglio un evento: sono infatti alcuni dei protagonisti della quinta edizione di TEDxPadova. Appuntamento sabato 19 maggio nel padiglione 11 della Fiera della città del Santo (via Tommaseo 59).

Una giornata che ha come tema l’«hybris», termine greco che indica la superbia, la tracotanza di chi sfida gli dei. E anche chi pensa quotidianamente a costruire il mondo del futuro (migliore di quello del presente) non può che porsi una domanda: esistono limiti etici all’innovazione? Per prepararsi alle risposte, ci sarà una cena di gala venerdì 18 maggio sempre al padiglione 11 della Fiera, con la presentazione dei relatori del giorno dopo e un menu a tema astronomico chiamato «Stelle & Padelle», curato dagli studenti dell’istituto alberghiero Pietro d’Abano.

L’evento, che vede l’Università di Padova come ente promotore, ed è realizzato con il sostegno di Crédit Agricole FriulAdria e con Despar come premium partner, punta a crescere ancora. I ragazzi di TEDxPadova (35 persone di staff e 60 volontari per l’evento) alzano l’asticella del loro limite: obiettivo è portare in Fiera almeno mille persone. I biglietti si possono acquistare direttamente sul sito di TEDxPadova, a partire da 33 euro (22 per gli studenti universitari). Nel costo del biglietto sono compresi colazione, pranzo, coffee break, aperitivo finale e gift bag.

L’evento comincerà alle 9.30 e prevede una giornata intera di talk, intervallati da break e dal pranzo preparato dallo «chef degli astronauti» Stefano Polato, che ha cucinato per l’esperienza spaziale di Samantha Cristoforetti. Ad anticipare TEDxPadova «Oxymorons of Identification», progetto del collettivo berlinese Dimensionen, happening concettuale che sarà ospitato nella Loggia della Gran Guardia di piazza dei Signori, a Padova, il 16 maggio (ore 21.30, ingresso libero), a cura di Giorgio Chinea, direttore artistico di TEDxPadova e TEDxCortina.

«Un mondo che cambia porta con sé una necessaria discussione sui limiti che si può (o deve) porre l’innovazione – spiega Carlo Pasqualetto, licensee di TEDxPadova –. Hybris è la suggestione che farà da filo conduttore della giornata. Se è facile stabilire che la sfida di Galileo al sistema tolemaico e alla Chiesa sia un esempio di “innovazione buona”, così come scoprire altri pianeti ci aiuta a comprendere l’universo e il suo funzionamento, ci sono temi più controversi. Come la manipolazione del Dna, ad esempio, e i suoi sviluppi. Attorno alla «legge morale» che regola l’operato dell’uomo si svilupperà un appuntamento da non perdere».

I protagonisti, da Gualazzi a Di Centa

Condotti dal giornalista e divulgatore scientifico Alessandro Cecchi Paone, gli speaker saranno il cantautore Raphael Gualazzi, la due volte medaglia d’oro alle olimpiadi Manuela di Centa, fondista italiana, il recordman di apnea Umberto Pelizzari, l’attore Andrea Pennacchi (padovano doc), l’ingegnere Marco Buttu, appena tornato da un anno passato in Antartide.

E poi tanti ricercatori: come il fisico Piero Martin e la virologa Anna Cereseto, rispettivamente degli atenei di Padova e Trento, Walter Gasparetto, che porterà l’esperienza del Fraunhofer italiano, di casa a Bolzano, il filosofo della scienza Stefano Moriggi. Porterà il suo punto di vista anche un prete, don Marco Sanavio. Il consigliere delegato di USB Europe SE Fabio Innocenzi sarà intervistato dal direttore del Mattino di Padova Paolo Possamai.

Luca Sorriso Valvo, ricercatore all’Istituto Nanotec del CNR di Rende, parlerà del satellite Asgardia, che un progetto futuristico vuole trasformare in una nazione basata nello spazio. Mentre il medico Luigi Gallimberti esporrà una tecnica di stimolazione della corteccia cerebrale con onde magnetiche, per spegnere l’impulso che spinge i tossicodipendenti a desiderare le sostanze. La giornalista bassanese Alessia Cerantola parlerà di limiti geografici e investigativi in ambito giornalistico: è abituata a superarli, avendo contribuito a fondare l’Investigative reporting project Italy (Irpi) e avendo collaborato all’inchiesta Panama Papers che ha vinto il Data Journalism Award e il premio Pulitzer.

 

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211