Menu

“Smart Working for Smart Welfare”, esperti e buone pratiche a Padova

Pubblicato il 23 maggio 2018 in Lavoro, Opportunità, Padova

smart working telelavoro  

Venerdì 25 maggio 2018 si conclude la Settimana del lavoro agile promossa dalla Regione Veneto. Quel giorno Ascom Padova organizza un convegno che mette a confronto esperti, istituzioni, aziende, sindacati e associazioni di categoria attorno al tema del lavoro agile: “Smart Working for Smart Welfare” è il titolo dell’evento, in programma all’auditorium Vodafone (piazzetta Virgilio Bardella, 11 a Padova, zona Stanga) dalle 9 alle 18. Si alterneranno istituzioni e esperti di settore per approfondire i diversi aspetti dello Smart Working: organizzativi, informatici, legali e contrattuali. In programma anche approfondimenti sul tema del Welfare aziendale e dei vantaggi che può portare a persone e imprese.

La partecipazione all’evento è gratuita, con la possibilità di iscriversi online a questo link.

Lavoro agile: l’impegno delle istituzioni, l’esperienza delle aziende

La mattinata si apre alle 9 con un’intervista a Elena Donazzan, assessore all’istruzione, alla formazione, al lavoro e pari opportunità della Regione Veneto. Poi “Le “5 w” del lavoro agile”: “What: che cos’è?” con Paolo Gubitta professore di Organizzazione aziendale, Università di Padova, “How: come funziona?” con Gianluca Spolverato socio di Spolverato e Soci avvocati del lavoro, “Why: perché sceglierlo?” con Arianna Visentini ceo e presidente di Variazioni, “Where: come cambiano gli spazi?” con Anna Nozza responsabile HR Technology di Vodafone Italia e “When: come cambia la gestione del tempo?” con Raffaele Giaquinto, responsabile operations di LBV-MAAM.

A seguire “Le quattro dimensioni del welfare aziendale”. La prima è “Un welfare sussidiario”, con l’intervento di Lorenzo Bandera responsabile comunicazione di Percorsi di secondo Welfare, la seconda “Un welfare partecipato” con Fabio Streliotto ceo di Innova Srl, la terza “Un welfare per tutti” con Marco Palazzo direttore dell’Ente Bilaterale Veneto Friuli Venezia Giulia e infine la quarta dimensione è rappresentata da “Un welfare vantaggioso” con Diego Paciello responsabile area fiscale, welfare, compensation and benefits di Studio Toffoletto De Luca Tamajo e Soci. Prima del pranzo sarà possibile visitare gli spazi di Vodafone dedicati allo smart working.

Lavoro libero: pratiche smart nelle organizzazioni

Il pomeriggio è dedicato all’approfondimento di tre focus su “Norme e incentivi”, “Organizzazioni e strumenti” e “Welfare e conciliazione vita-lavoro”. Ogni focus prevede tre approfondimenti. Su norme e incentivi alle 14.00 c’è “Welfare aziendale: la normativa e le ultime circolari dell’Agenzia delle Entrate” con Diego Paciello, Studio Toffoletto De Luca Tamajo e Soci. Alle 15.15 Elisa Pavanello (Spolverato e Soci Avvocati del lavoro) parlerà di “Portare lo smart working in azienda: le norme, gli incentivi, i primi passi”, mentre alle ore 16.45 il tema “Welfare contrattuale, bilateralità e territorio” sarà approfondito da esponenti di Cgil, Cisl e Uil.

Il focus su organizzazioni e strumenti prevede alle 14.00 “Portare lo smart working in azienda: una road map operativa” a cura di Variazioni Srl, alle 15.15 “Smart working in azienda: le esperienze di chi l’ha già scelto” con testimonianze aziendali e alle 16.45 “Strumenti informatici per lo smart working” con Simone Chemelli di 4Ward, partner Microsoft, con testimonianze aziendali.

Il terzo focus sul welfare e la conciliazione vita-lavoro inizia alle 14.00 con “Il terzo rapporto sul secondo welfare in Italia” presentato da Lorenzo Bandera e con l’intervento “Il welfare nelle PMI: quale ruolo per la bilateralità” di Federico Razetti. Entrambi i relatori sono dell’organizzazione Percorsi di Secondo Welfare. Alle ore 15.15 Innova Srl cura il seminario “Welfare aziendale e territorio”, con esperienze e testimonianze dei progetti WelfareNet, WelPlan e Artemisia. Per finire alle 16.45 un dialogo sul tema “Strumenti innovativi per la conciliazione vita-lavoro” vedrà a confronto Raffaele Giaquinto (LBV-MAAM), Massimo Visentin (Isfood), Giulio Martini (AreaArte), Luca Menti (Vicker) e Alessandro Durengon (Ordina Prima).

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211