Menu

Treni: abbonamento unico Trenitalia-Actv e diretto Schio-Mestre

Pubblicato il 6 dicembre 2017 in Belluno, Fisco e consumi, Infrastrutture, Padova, Regione, Treviso, Venezia, Verona, Vicenza

treno treni  

Un abbonamento integrato a Venezia fra i treni di Trenitalia e i mezzi di Actv, e un treno diretto da Schio a Mestre passando per Vicenza e Padova. Sonno alcune delle novità dei nuovi orari ferroviari per l’inverno 2017-2018 in Veneto, che entreranno in vigore il 10 dicembre 2017.

«I principali obiettivi che ci siamo prefissati nel 2018 – dice l’assessore ai trasporti della Regione del Veneto, Elisa De Berti – sono: l’incremento dell’offerta di treni per le aree e destinazioni dove la domanda, soprattutto di lavoratori e studenti, è crescente; la razionalizzazione e l’integrazione modale nei fine settimana nei bacini in cui la richiesta di servizi è meno consistente; l’implementazione dell’offerta per favorire le attività del tempo libero».

Venezia, abbonamento unico treno-bus-tram

La novità forse più interessante è quella che riguarda Venezia, dove nel 2018 è in arrivo un abbonamento che – citiamo dal comunicato della Regione – «consentirà di viaggiare nelle tratte urbane del Comune di Venezia indifferentemente sui mezzi Trenitalia e Actv», l’azienda di trasporto pubblico locale. «Inoltre, sarà possibile acquistare un unico abbonamento che permetterà ai clienti di spostarsi in modo integrato tra le città di Mira, Mirano e Dolo e le stazioni di Venezia Santa Lucia, Venezia Mestre e Padova. L’innovativo titolo di viaggio sarà inizialmente acquistabile solo via app».

Schio-Vicenza, un treno fino a Mestre

Un’altra novità riguarda la ferrovia Schio-Vicenza, molto usata dai pendolari, fra cui molti studenti dell’alto vicentino che si recano agli atenei di Padova e Venezia. Oggi sono costretti a cambiare a Vicenza e a salire al volo sui treni che da Brescia e Verona corrono in direzione est.

Dal 10 dicembre 2017 arriva un treno diretto: «Il servizio dell’attuale treno R5454 Schio (06.51)-Vicenza (07.38) dal lunedì al venerdì sarà prolungato fino a Venezia Mestre con fermata intermedia a Padova, per agevolare studenti e lavoratori diretti a Padova e Mestre».

Il treno effettuerà le fermate ordinarie tra Schio e Vicenza e la fermata di Padova, tra Vicenza e Mestre, con i seguenti orari: Schio (06.51), Marano (06.57), Thiene (07.03), Villaverla (07.08), Dueville (07.13), Cavazzale (07.23), Anconetta (07.29), Vicenza (07.38-07.48) e Padova (08.12); Venezia Mestre (08.30). Offrirà 150 posti a sedere e contribuirà a rendere meno affollato il treno 20813 in partenza da Vicenza alle 7.38.

Venezia-Padova, nuovi treni la mattina

Nelle linee Venezia-Padova e Venezia-Portogruaro sarà istituito al mattino dei giorni feriali, incluso il sabato, un treno nella cosiddetta fascia IPO (Interruzioni Programmate in Orario) Sulla linea Venezia – Padova il collegamento avrà i seguenti orari:
R 20832 Venezia (10.05) – Padova (10.54);
R 20831 Padova (12.05) – Venezia (12.55).

Sulla Venezia – Portogruaro sarà esteso anche dal lunedì al sabato l’attuale orario dei regionali festivi R 20119 e R 20120:
R 20119 Venezia (11.11) – Portogruaro (12.30);
R 20120 Portogruaro (11.38) – Venezia (12.50).

Treviso, Castelfranco e Montebelluna: tagli alle corse

Sulla linea Padova-Castelfranco-Treviso saranno cancellate la maggior parte delle corse «per la loro bassissima frequentazione» spiega la Regione. Restano confermati i collegamenti mirati in orario scolastico del sabato:
R 5800/01 Padova (06.46) – Treviso (07.52);
R 5870/01 Padova (12.46) – Treviso (13.52);
R 5824/25 Padova (18.46) – Treviso (19.52);
R 5832/33 Treviso (06.08) – Padova (07.14);
R 5854/55 Treviso (07.08) – Padova (08.14);
R 5840/41 Treviso (13.08) – Padova (14.14).

Viene aggiunta la fermata di Campodarsego per tutti i treni Padova-Montebelluna, e anticipati la partenza (al minuto 04 anziché 07) dei treni Padova-Montebelluna e l’arrivo dei treni Montebelluna-Padova (al minuto 56 anziché 53), per offrire un’alternativa ai servizi della Padova-Castelfranco-Treviso cancellati.

La corsa Treviso-Montebelluna sarà cancellata nei sabati e nei giorni festivi, viste le «frequentazioni inferiori ai 10 clienti» mentre il servizio sarà garantito «nella tratta dai treni Treviso-Belluno e viceversa». Nella stessa tratta saranno sostituiti da bus i treni del sabato 20601-20615-20623-20627 e dei giorni festivi 20609-20617-20623-20644.

Treviso, abbonamento Mom-Trentitalia

In modo simile a Venezia, anche a Treviso è in arrivo l’integrazione con la società di trasporto locale MOM per le linee Padova-Castelfranco-Treviso e Treviso-Montebelluna. L’abbonamento integrato mensile emesso da MOM permetterà di viaggiare su tutti i bus e i treni, anche se in ogni caso si manterrà valido l’abbonamento mensile Trenitalia. Si prevede anche l’individuazione di corse di linea MOM sulla Padova-Castelfranco- Treviso in fasce orarie con minor offerta di trasporto ferroviario in cui saranno ammessi viaggiatori con titolo Trenitalia.

Offerta treno e bici, più giornate

Infine una novità per chi viaggia in treno portando con sé la bicicletta. Sui treni R 1764 Venezia-Mantova e R 1766 Mantova-Venezia la periodicità passerà da 27 giornate (sabato e festivi dal 02/07 al 10/09) a 36 giornate di circolazione (festivi dal 25/03 al 21/10).

Sul TrenoBus delle Dolomiti, che collega direttamente Venezia e Calalzo, come nel 2017 anche nel 2018 i treni R 1628 Venezia-Calalzo e R1629 Calalzo-Venezia circoleranno da giugno a settembre nei giorni di sabato e festivi.

Treno estivo da Verona e Vicenza per Lignano (via bici)

Nei giorni festivi, dal 25 marzo al 21 ottobre, è in arrivo un nuovo treno da Verona e Vicenza che raggiungerà la pista ciclabile Latisana-Lignano che si snoda costeggiando l’argine del fiume Tagliamento, fino a raggiungere il mare. Il servizio sarà effettuato con ETR 360 a 302 posti e attrezzato con 24 posti bici. Il treno partirà da Verona alle 7.40 e fermerà a Verona P. Vescovo, S. Bonifacio, Vicenza, Padova, Mestre, Quarto d’Altino, San Donà di Piave, San Stino e Portogruaro con arrivo a Latisana alle 10.18. Al ritorno la partenza è prevista da Latisana alle 17.22 con arrivo a Verona alle 20.10.

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211