Menu

Digitalmeet, degustazione e rave design come anteprima

Pubblicato il 13 settembre 2017 in Economie

 

Manca poco più di un mese all’appuntamento con DIGITALmeet, che quest’anno taglia il traguardo della quinta edizione con l’hashtag #DM17: dal 19 al 22 ottobre, il più grande e diffuso festival italiano sul mondo del digitale e dell’Ict torna infatti nel Nordest e approda per la prima volta nel Nordovest, con un ricco menu fatto di oltre 130 incontri e 300 speaker. Durante l’evento targato Fondazione Comunica e Talent Garden Padova si parlerà di temi come Iot, cybersecurity e molte altre innovazioni di grande attualità, con un approccio bottom up che coinvolge territori periferici come Torre Pellice in Piemonte o Taibon Agordino in Veneto e punta a intercettare un pubblico trasversale, dagli esperti ai neofiti.

In attesa di entrare nel vivo, #DM17 scalda i motori con due anteprime stuzzicanti.

Degustazione innovativa

La prima è in programma giovedì 14 settembre al Birrificio Antoniano di Villafranca Padovana, dove alle 18 un team di innovatori si riunirà per dare vita a Sport Digital Beer, una nuova birra “digitale” dall’accento sportivo (erede della prima Digital Beer lanciata nel 2016). La degustazione degli aromi, guidata da un esperto mastro birraio, coinvolgerà personalità del territorio e personaggi dello sport come i giornalisti Stefano Edel, Massimo Zilio e Davide D’Attino, Diego Colombana di 4Sport, Marco Rocca di YouCoach, il campione olimpico di canottaggio Rossano Galtarossa, Gianluigi Cogo della Regione Veneto, Laura Aglio di Agid, Luca De Pietro dell’Università di Padova, il presidente di Fondazione Comunica Gianni Potti, il presidente del cda di Datasoil Luca Giuman, il direttore di Ict e Agenda digitale della Regione Veneto Lorenzo Gubian e Giulia Belluco e Claudia Salvadego, giocatrici del Valsugana Rugby Padova fresco campione d’Italia.

La scelta della data non è casuale. Una volta definiti gli ingredienti, infatti, inizia il mese della maturazione: Sport Digital Beer sarà pronta per l’inizio di DIGITALmeet e verrà servita gratis a tutti gli ospiti del festival in occasione degli incontri meritevoli di un brindisi. Non è finita qui: l’ultima parola sull’etichetta spetta infatti alla community di #DM17, che durante la maturazione della birra potrà votare le due finaliste scelte dai dieci innovatori con un contest digitale.

Falò, notte in tenda e risveglio zen

Sabato 16 e domenica 17 settembre l’attenzione si sposta a Padova e precisamente al FENICE Green Energy Park di lungargine Rovetta, dove va in scena il primo Rave Design organizzato in collaborazione con Galileo Visionary District e Scuola Italiana Design. L’inedito evento di idea acceleration in stile Woodstock coinvolge una cinquantina di giovani designer, che possono partecipare da soli o in piccoli gruppi con progetti di design per la persona, l’abitare, la mobilità, il lavoro, i sistemi tecnologici e i servizi; le idee migliori saranno ammesse a Design City Padova, il primo talent show italiano del design che quest’anno propone un focus sulla qualità della vita (le iscrizioni per la finale del 20 ottobre sono aperte fino al primo ottobre su www.designcitypadova.it).

Per 48 ore, meteo permettendo, Rave Design alternerà sessioni di design thinking e speech motivazionali a occasioni di svago e socializzazione sotto le stelle, con food and beverage offerti da Kioene, Birrificio Antoniano e Valbona: sabato e domenica sera, tra un concerto e un dj set, i designer accenderanno un falò e dormiranno in tenda, mentre domenica mattina parteciperanno al risveglio energetico con un maestro di Tai Chi del Centro OraZen. Nel programma del weekend c’è anche lo speech motivazionale di Marco Martin, ex studente di Scuola Italiana Design, ex Magis e Foscarini, attuale direttore artistico di FontanaArte.

«Abbiamo organizzato il Rave Design nella cornice del DIGITALmeet – spiega Emiliano Fabris, Direttore di Galileo Visionary District e Scuola Italiana Design – per permettere ai nostri studenti e al territorio creativo veneto di mettersi in gioco con i loro migliori progetti personali, contaminati da un format del tutto nuovo e motivati dall’obiettivo di migliorare la qualità della vita delle persone, che dovrebbe essere la mission di ogni designer».

«La nuova formula proposta da Scuola Italiana Design è molto accattivante e sicuramente stimolerà la partecipazione al bando di Design City Padova – dice Rino Dal Pos, responsabile del Servizio Marketing Territoriale di Confindustria Padova – La partnership con DIGITALmeet nasce dal comune intento di favorire la creatività dei giovani e il loro ingresso nel mondo del lavoro».

«Negli spazi giovani dell’innovazione come i coworking, la birra ormai è diventata una compagna di viaggio – afferma Gianni Potti, Founder DIGITALmeet e Presidente di Fondazione Comunica – Non a caso, grazie al Birrificio Antoniano, la nuova edizione del festival parte fabbricando una birra su misura per il mondo digitale. In questa logica disruptive si inserisce anche Rave Design, che si affianca al primo talent show italiano del design in programma il 20 ottobre a Padova».

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211