Menu

I pendolari promuovono Trenitalia: puntuali 93 treni su 100

Pubblicato il 8 agosto 2017 in Fisco e consumi, Infrastrutture, Regione, Veneto

treno treni  

Qualità del viaggio, 90,3%; pulizia dei treni, 79,7%; informazione a bordo, 87,6%; comfort, 82,8%. Sono i dati del gradimento del servizio regionale di Trenitalia in Veneto, rilevati da un’indagine realizzata dalla società di trasporti e presentata nella sede della giunta regionale a Palazzo Balbi. I pendolari in treno – 150mila in Veneto – sembrano promuovere il servizio più di quanto accada nel resto d’Italia, dove la media del gradimento si ferma all’81,4%, si dice soddisfatto della pulizia a bordo solo il 69,2%, dell’informazione a bordo l’80,5% e del comfort l’82,5%.

E veniamo alla puntualità: 93 treni su 100 giungono in orario, contro il 90,8% dell’Italia nel suo complesso, mentre le cancellazioni riguardano lo 0,3% dei convogli contro lo 0,8% del dato nazionale. La puntualità scende al 92,2% nella fascia mattutina, quella più utilizzata dai pendolari che si recano al lavoro o nel luogo di studio.

A confronto con il 2012, le cancellazioni in ambito regionale sono diminuite dell’82,4%, afferma la ricerca condotta da Trenitalia. Va specificato che la statistica include una tolleranza di 5 minuti di ritardo, entro la quale il convoglio viene considerato puntuale.

cancellazioni trenitalia

Ma se si considerano le cancellazioni complessive, cioè che riguardano anche treni gestiti da Rfi, quindi tratte nazionali, e cause di forza maggiore, queste rappresentano lo 0,8% dei treni nel 2017, un dato in crescita rispetto al 2016 quando erano lo 0,7%. I dati del 2017 si riferiscono al periodo dal 1 gennaio al 31 luglio.

trenitalia puntualità

«Abbiamo fatto dei passi da gigante – commenta il presidente della Regione Veneto Luca Zaia – e la situazione che emerge da questa indagine, condotta su basi scientifiche, testimonia l’impegno concreto profuso dalla Regione del Veneto insieme a Trenitalia in questi anni, soprattutto per dare risposte al trasporto pendolare».

«Sono risultati confortanti – sottolinea l’assessore ai trasporti Elisa De Berti – ma continuiamo a lavorare affinché le percentuali di insoddisfazione diminuiscano ancora, soprattutto per quanto riguarda la puntualità dei treni. Siamo impegnati a migliorare il materiale rotabile, a rendere più sicuri e confortevoli i convogli ma anche, attraverso accordi con Rete Ferroviaria Italiana, a potenziare le infrastrutture, eliminando il maggior numero di passaggi a livello possibili, raddoppiando ed elettrificando alcune importanti linee».

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211