Menu

Qualità, e-commerce e grandi marchi: Luxottica, utile netto a +18%

Pubblicato il 25 luglio 2017 in Belluno, Economie

Luxottica occhiali Rayban  

Il fatturato di Luxottica cresce del 4,2%  nel primo semestre dell’anno, con livelli di redditività sostenuti per entrambe le divisioni e una generazione di cassa record. L’utile reported è a 562 milioni di euro (+18,1% a cambi correnti e +14,7% a cambi costanti). La generazione di cassa è pari a 535 milioni di euro. La performance nei sei mesi è il frutto del percorso di profonda trasformazione e rinnovamento strategico del Gruppo volto a favorire la coerenza e la trasparenza delle politiche commerciali, un rapporto più diretto con il consumatore e un’estesa digitalizzazione in tutte le aree di business. I risultati di tale processo cominciano ad essere chiaramente visibili e costituiranno le basi per i futuri sviluppi. Questi i numeri e l’analisi effettuata dal Consiglio di Amministrazione di Luxottica Group Spa, leader nel design, produzione e distribuzione di occhiali di fascia alta, di lusso e sportivi, nel corso della riunione di lunedì 24 luglio in cui sono stati esaminati il fatturato consolidato del secondo trimestre e i risultati preliminari del semestre.

Nuove collezioni di successo

Nei sei mesi il Gruppo ha continuato ad investire a supporto della qualità delle vendite e di una rinnovata attenzione al consumatore e al posizionamento dei marchi. Tra le iniziative di rilievo, il lancio di nuove collezioni di successo e delle lenti oftalmiche Ray-Ban, la razionalizzazione degli sconti in tutti i canali di vendita e lo sviluppo di collaborazioni internazionali, come Ray-Ban con Ferrari, Gigi Hadid per Vogue Eyewear o Oakley e Dorna per il Gran Premio d’Italia del Mugello. Il
isultato del periodo è stato favorito dal contributo dei nuovi negozi, dall’andamento positivo del price mix e dall’attenta gestione dei costi. La divisione Wholesale registra nel semestre un fatturato in linea con l’esercizio precedente (+0,5% a cambi correnti, -1,2% a cambi costanti), grazie a Europa e America Latina e al ritorno alla crescita del Nord America nel secondo trimestre, nonostante la coda dell’impatto della “MAP policy” (Minimum Advertised Price).

Il risultato risente delle scelte aziendali relative all’Asia-Pacifico e in particolare alla Cina, dove il Gruppo nel corso del secondo trimestre ha portato a compimento la ristrutturazione della distribuzione, focalizzandosi quasi esclusivamente sui canali di vendita diretti e digitali per contrastare contraffazione e parallelo. La divisione Retail, con vendite in crescita del 6,8% (+4,0% a cambi costanti), beneficia della nuova strategia del Gruppo incentrata sulla qualità del servizio e sulla valorizzazione dei marchi, con la forte riduzione dei periodi promozionali e degli sconti nei punti vendita. Contribuiscono alla performance positiva del periodo i nuovi negozi, il retail ottico in tutte le geografie, i monomarca Ray-Ban in Cina e il consolidamento di Salmoiraghi & Viganò in Europa. Inoltre, Sunglass Hut registra un fatturato in crescita dell’1%2 nel secondo trimestre nonostante una riduzione del numero di punti vendita rispetto all’anno precedente, in una logica di riallocazione geografica e incremento della produttività per negozio. In Nord America, la focalizzazione sulla capacità di esecuzione delle strategie in negozio, sulla qualità del servizio e sull’esperienza d’acquisto omnicanale comincia a dare i primi risultati, con il miglioramento delle vendite omogenee4 e della redditività in tutte le catene.
L’innovazione guida la crescita delle piattaforme e-commerce di proprietà (vendite in aumento del 6% a cambi costanti) e in particolare di Ray-Ban.com, eccellenza per il settore dell’eyewear a livello mondiale, grazie all’implementazione di nuove modalità d’interazione, personalizzazione e servizio garantite agli utenti, allo sviluppo della tecnologia di Virtual Try-on di ultima generazione e al lancio di collezioni esclusive per il canale online.

«Al centro la qualità del prodotto»

«Siamo molto soddisfatti dei risultati dei sei mesi. Le nuove strategie e la riorganizzazione del Gruppo stanno già producendo i benefici attesi: vendite in aumento, redditività in accelerazione e una forte generazione di cassa», commentano Leonardo Del Vecchio, Presidente Esecutivo, e Massimo Vian, Amministratore Delegato Prodotto e Operations di Luxottica. «Abbiamo abbandonato ogni logica promozionale riportando al centro della nostra offerta la qualità del prodotto e del servizio, i marchi e l’esperienza d’acquisto. È un investimento che facciamo sul futuro delle nostre catene, dei nostri marchi e dell’intero settore dell’ottica. Luxottica sta diventando un’azienda completamente digitale, capace di progettare e sviluppare in casa tecnologie e soluzioni di riferimento per il mercato dell’eyewear. Le risposte che stiamo registrando dai nostri consumatori e clienti sono di grande entusiasmo e apprezzamento».«Continuiamo a sperimentare nuovi modelli di business. Il grande lavoro sul mercato americano e sui nostri negozi, il coraggio di ridisegnare la distribuzione in Cina, dove abbiamo dichiarato guerra al parallelo, o l’investimento nel lancio delle nuove lenti da vista Ray-Ban confermano l’attenzione del Gruppo verso una crescita fatta di innovazione, qualità e attenzione al consumatore finale. Alla luce dei risultati dei primi sei mesi, confermiamo l’outlook per il 2017».

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211