Menu

Tax Free Day: a Venezia le Pmi pagano le tasse fino a Ferragosto

Pubblicato il 6 giugno 2017 in Belluno, Fisco e consumi, Padova, Pmi e Imprese, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona, Vicenza

tasse  

Venezia tartassata: in laguna il “Tax Free Day”, il giorno in cui le piccole e medie imprese artigiane smettono versare in tasse quello che ricavano, e cominciano a guadagnare davvero, cade a Ferragosto. Sette mesi e mezzo se ne vanno per il fisco, i restanti quattro e mezzo per fare profitti: è la stima – ovviamente metaforica – contenuta nel rapporto “Comune che vai, fisco che trovi” relativo al 2017, a cura dell’Osservatorio permanente di Cna sulla tassazione delle Pmi. Lo studio prodotto dalla Cna, giunto alla quarta edizione, analizza l’andamento della tassazione sulle piccole imprese in 135 città italiane, tra i quali tutti i capoluoghi di provincia.

A differenza di altri organismi, l’Osservatorio CNA basa la sua analisi sull’impresa tipo italiana, con un laboratorio e un negozio, ricavi per 431mila euro, un impiegato e quattro operai di personale, 50mila euro di reddito.

Ma Venezia è un caso particolare: al 90esimo posto fra i 135 capoluoghi di provincia italiani, le sue tasse sono alle stelle. Al resto del Veneto va un po’ meglio, visto che nelle restanti sei province gli artigiani lavorano un po’ meno di quelli delle altre regioni per soddisfare la pressione del fisco. Il Tax Free Day infatti a livello nazionale cade il 10 agosto, mentre nei capoluoghi di provincia veneti fluttua ben al di sotto della media italiana, fermandosi a luglio per cinque di essi.

Belluno è la meno tassata del Veneto

Lo stesso vale per il Total Tax Rate, l’indice che misura la pressione fiscale sulle imprese, che a livello italiano è fissata al 61,2%, un valore più alto di quello dei capoluoghi veneti, sempre esclusa Venezia. Belluno si conferma la città meno tassata del Veneto, al quinto posto in Italia, con un Total Taxe Rate al 54,8% ed il Tax Free Day al 18 luglio. Gli altri capoluoghi veneti sono piazzati come segue: Vicenza al 12esimo posto, al 16esimo Treviso, al 21esimo Padova, al 24esimo Rovigo, mentre Verona scivola al 64esimo posto e al 90esimo, come già detto, troviamo Venezia.

L’Osservatorio calcola il Total tax rate, Ttr, ovvero l’ammontare della tassazione sulle imprese, e individua il Tax free day (Tfd), il giorno della liberazione dalle tasse, la data cioè fino alla quale l’imprenditore deve lavorare – tutti gli anni – per produrre il reddito necessario ad assolvere gli obblighi fiscali e contributivi.

«Il peso del fisco si conferma elevato per le piccole imprese – commenta Alessandro Conte, presidente di Cna Veneto –, e sapere che nella nostra regione i dati siano al di sotto della media nazionale rischia di essere una consolazione piuttosto magra. Serve una inversione di tendenza che Cna sollecita da tempo, perché con tasse alte, costo del denaro alto, costo del lavoro elevato, agganciare la ripresa diventa un esercizio davvero molto difficile».

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211