Menu

Prestiti, in Veneto importi in crescita dell’8,3%

Pubblicato il 9 maggio 2017 in Credito, Economie, Soldi

 

Nello scorso anno i veneti hanno fatto ricorso ai prestiti in maniera decisamente più netta, con incrementi negli importi richiesti, in media, pari all’8,3%. A diffondere il dato sono stati Facile.it e Prestiti.it, i principali comparatori italiani del settore che hanno preso in esame un panel di oltre 2.500 richieste di finanziamento presentate in regione nei primi tre mesi del 2017. Secondo i dati emersi dall’Osservatorio, la cifra media richiesta in Veneto per i prestiti è pari a 12.214 euro, era appena più di 11.250 un anno fa.

Sessantasette rate per saldare

I veneti che si sono rivolti alle finanziarie nei primi tre mesi dell’anno in corso hanno scelto un piano di restituzione in 67 rate (oltre 5 anni e mezzo), potendo contare su di uno stipendio mensile medio di 1.634 euro e, quando hanno presentato la richiesta, avevano in media 40 anni, una delle età più basse di tutta Italia fra chi richiede prestito e che però, a ben guardare, varia abbastanza in regione, oscillando fra gli estremi di Verona (39 anni in media) e Rovigo (43 anni).

A Venezia le maggiori richieste

Venezia è la provincia in cui si sono chiesti gli importi maggiori (12.993 euro, il 6,3% in più rispetto alla media regionale, da restituire in 67 mesi). Alle sue spalle, ma molto staccate, Vicenza (12.193 euro, 67 rate) e Verona (12.162 euro, 66 mensilità quelle previste per la restituzione). Belluno è invece la provincia veneta dove, nel primo trimestre 2017, sono state presentate sia le richieste di importo più contenuto (10.737 euro) sia quelle di durata inferiore (61 rate). Quasi una richiesta ogni quattro (22,86% del totale) tra quelle presentate in Veneto arriva dalla provincia di Venezia, a seguire Verona (19,95%) e Padova (18,92%).

«Prestito significa fiducia»

«La maggiore richiesta di prestiti», ha spiegato Mario Parteli, responsabile Business Unit prestiti di Facile.it, «va intesa come un segnale di fiducia. I cresciuti livelli occupazionali spingono a vedere il futuro in termini più rosei rispetto al passato e questo consente di non vivere con timore l’impegno di un prestito, soprattutto se legato ad elementi di indipendenza come la casa o un’auto di proprietà». Ma quali sono i motivi che spingono i residenti in Veneto a richiedere un prestito personale? Secondo l’analisi di Facile.it e Prestiti.it, la maggior parte delle domande è legata all’ottenimento di prestiti per ristrutturare casa (24,01% 16.178 euro il taglio medio) e, a seguire, l’acquisto di auto usate (18,90%, 10.886 euro). Al terzo posto l’ottenimento di liquidità che raccoglie il 17,11% delle richieste ed equivale ad una media di 12.313 euro. La casa è molto presente nelle richieste di prestito compilate nella regione e fra le prime 1 motivazioni si trovano altre 2 finalità connesse con l’immobiliare: l’arredamento (sesta con 9.163 euro e il 5,49% delle richieste) e addirittura l’acquisto di casa, cui ricorre il 2,43% di chi richiede un prestito personale in Veneto e per il quale si cerca di ottenere, in media, un finanziamento di 29.684 euro. Importi molto ridotti, ma tempi molto più brevi e parametri meno stringenti fanno preferire questo al mutuo in alcuni casi, come presumibilmente quelli emersi dall’Osservatorio.

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211