Menu

Sciopero casellanti, disagi e sbarre alzate anche in Veneto

Pubblicato il 18 aprile 2017 in Fisco e consumi, Infrastrutture, Veneto

casello autostradale  

Lo sciopero casellanti del 17 e 18 aprile 2017 interessa anche la rete autostradale del Veneto. L’agitazione è stata indetta dai sindacati Filt Cgil, Cisl Reti, Uiltrasporti, Sla Cisal e Ugl. La vertenza si incentra sul «presidio fisico 24 ore su 24 di tutti i caselli autostradali. Le sigle dichiarano che tale presidio deve avvenire ma alcune società autostradali non lo assicurano in alcuni caselli».

Anche in Veneto lo sciopero – che dura dalle ore 22.00 di lunedì 17 aprile alle 22.00 di martedì 18 aprile – sta provocando ripercussioni sulla circolazione. Ai caselli si incontrano code per l’assenza dei casellanti, e in alcuni casi le sbarre sono state lasciate alzate dalle società concessionarie, per consentire il deflusso delle auto.

«Abbiamo ribadito la nostra posizione – hanno affermato le organizzazioni sindacali dopo l’incontro del 28 marzo presso il Ministero dei trasporti tra i sindacati, le aziende con Aiscat e il dirigente ministeriale Mauro Coletta – sulla piena applicazione della circolare del 7 marzo 2017 che prevede la presenza fisica dei lavoratori in tutti i caselli. Una circolare oggi non applicata da diverse concessionarie autostradali. Coletta ha confermato la validità della prescrizione che prevede tale presenza, senza entrare nel merito dell’organizzazione delle aziende, ed ha affermato che il Ministro Delrio è informato e valuterà eventuali decisioni da prendere».

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211