Menu

Padova è ufficialmente una “Città che legge”

Pubblicato il 17 aprile 2017 in Padova, Turismo

 

Festival, biblioteche, librerie, attività di promozione della lettura, in particolare verso le giovani generazioni: sono questi i requisiti che hanno permesso a Padova di fregiarsi del titolo di “Città che legge“. Il riconoscimento, giunto nei giorni scorsi dal Centro per il libro e la lettura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo d’intesa con l’Anci (l’associazione dei Comuni italiani), vuole sostenere la crescita socio-culturale attraverso la diffusione della lettura come valore riconosciuto e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva.

Padova entra così nell’elenco dei 363 Comuni – tra paesi, cittadine e capoluoghi – selezionati tra gli oltre 500 candidati per l’attribuzione della qualifica, che consentirà di ottenere finanziamenti per nuove iniziative di promozione culturale.

Tra gli elementi che hanno permesso a Padova di vedersi assegnato il titolo di “Città che legge” vi sono i festival La Fiera delle Parole – nonostante lo “sfratto” deciso dall’amministrazione Bitonci nel 2016 – e Da giovani promesse…, il principale appuntamento italiano dedicato alla narrativa emergente, nato nel 2012 e curato da Francesco Pasquale per l’Ufficio Progetto Giovani dell’assessorato comunale alle Politiche giovanili.

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211