Menu

Referendum costituzionale 4 dicembre, gli sconti sui trasporti per i fuorisede

Pubblicato il 17 novembre 2016 in Fisco e consumi, Opportunità, Veneto

treno treni  

Il referendum costituzionale 4 dicembre si avvicina, e per molti studenti o lavoratori fuorisede, che abitano lontano dalla propria città di residenza, lo Stato tramite alcune convenzioni offre l’opportunità di viaggiare con uno sconto sui trasporti considerevole, in modo da poter attuare il proprio diritto-dovere di voto senza pesare troppo sulle proprie tasche.

Un’opportunità interessante anche per i tanti veneti che si sono trasferiti in altre regioni o all’estero: sono sempre di più, secondo gli ultimi dati dell’Aire, l’anagrafe degli italiani all’estero, oltre 10mila cittadini veneti hanno spostato nel 2015 la propria residenza in un Paese estero, facendo del Veneto la seconda regione per numero di espatriati dopo la Lombardia, e scavalcando la Sicilia. Ma anche per le migliaia di studenti fuori sede che studiano nelle università venete.

Referendum costituzionale 4 dicembre, sconti Trenitalia

Trenitalia propone alcune riduzioni per i residenti in Italia, esclusivamente per viaggi di andata e ritorno in seconda classe per tutti i treni del servizio nazionale e per il livello Standard dei Frecciarossa: riduzione del 70% del prezzo base per i treni a media-lunga percorrenza nazionale (Frecciarossa, Frecciargento, Frecciabianca, Intercity, IntercityNotte e Espressi) e servizio cuccette; riduzione del 60% sul costo dei biglietti per treni Regionali. Il viaggio di andata può essere effettuato dal decimo giorno antecedente il giorno di votazione (questo compreso) e quello di ritorno fino alle ore 24 del decimo giorno successivo al giorno di votazione (quest’ultimo escluso). Per i residenti all’estero è prevista invece la tariffa Italian Elector.

I biglietti per i treni a media e lunga percorrenza nazionale e i biglietti a tariffa Italian Elector sono validi esclusivamente per il treno ed il giorno prenotati. I biglietti per i treni regionali devono essere convalidati prima della partenza. Il viaggio di andata può essere effettuato al massimo un mese prima del giorno di apertura del seggio elettorale e quello di ritorno al massimo un mese dopo il giorno di chiusura del seggio stesso. In ogni caso il viaggio di andata deve essere completato entro l’orario di chiusura delle operazioni di votazione e quello di ritorno non può avere inizio se non dopo l’apertura del seggio elettorale. L’emissione dei biglietti per elettori avviene attraverso le biglietterie di Trenitalia e le agenzie di viaggio autorizzate e presso i punti vendita delle reti ferroviarie estere abilitati a vendere la tariffa Italian Elector.

Per usufruire delle riduzioni gli elettori dovranno esibire, nelle biglietterie e nelle agenzie di viaggio autorizzate, i seguenti documenti: documento di identità,  documento/tessera elettorale,  timbratura tessera elettorale che attesti l’avvenuta votazione, per il viaggio di ritorno. Questi documenti, insieme ai biglietti relativi al viaggio di andata e a quello di ritorno, dovranno essere presentati al personale di bordo.

Chi è sprovvisto di tessera elettorale per ottenere la riduzione dovrà sottoscrivere e presentare esclusivamente in biglietteria una dichiarazione sostitutiva per il viaggio di andata. In ogni caso, per il viaggio di ritorno l’elettore dovrà esibire, oltre ai biglietti di viaggio, anche la tessera elettorale regolarmente vidimata o, in mancanza, un’apposita dichiarazione rilasciata dal presidente del seggio elettorale che attesti l’avvenuta votazione. Ulteriori dettagli si possono trovare sul sito di Trenitalia.

Gli sconti Alitalia per il Referendum costituzionale 4 dicembre

Gli elettori che voleranno con Alitalia potranno usufruire di uno sconto di 40 euro sul biglietto aereo utilizzato per recarsi presso la sede del proprio seggio elettorale. La compagnia aerea, come già in passato per tutte le consultazioni elettorali e referendarie, ha rinnovato la convenzione stipulata con il Ministero dell’Interno che mira a facilitare l’esercizio del diritto di voto.

Su tutti i voli nazionali effettuati da Alitalia, ad eccezione di quelli in regime di continuità territoriale e dei voli in codeshare, la riduzione prevista è pari a 40 euro sul prezzo base del biglietto di andata e ritorno, escluse le tasse.
Per accedere a queste agevolazioni, sarà sufficiente esibire al momento del check-in e dell’imbarco la propria tessera elettorale. Qualora l’elettore ne sia sprovvisto per il viaggio di andata, il biglietto potrà essere utilizzato dietro sottoscrizione da parte dell’elettore di una dichiarazione sostitutiva, da presentare al personale di scalo.
Al ritorno, il passeggero dovrà esibire al personale di scalo la propria tessera elettorale regolarmente timbrata e datata dalla Sezione Elettorale che dimostri l’avvenuta votazione.

I viaggiatori interessati dovranno necessariamente acquistare il biglietto entro il 4 dicembre 2016 e viaggiare fra il 27 novembre e l’11 dicembre 2016. È possibile acquistare il biglietto a prezzo agevolato chiamando il Customer Center Alitalia al numero unico 892010 o recandosi nelle agenzie di viaggio.

Referendum costituzionale 4 dicembre, le offerte di Italo

Anche il gestore ferroviario privato Italo ha messo a punto alcune tariffe scontate. In particolare è previsto uno sconto del 60% sul prezzo dei biglietti di andata e di ritorno verso e da il proprio comune di residenza. Il biglietto deve essere acquistato entro il 13 dicembre, con tariffa Flex o Economy, per viaggiare dal 25 novembre al 13 dicembre in ambiente Smart e Comfort: per informazioni chiamare il numero Pronto Italo allo 060708.

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211