Menu

Antennatre, niente soldi per gli stipendi di settembre

Pubblicato il 20 ottobre 2016 in Lavoro, Treviso

Antennatre  

Antennatre non ha soldi per pagare gli stipendi di settembre dei 54 dipendenti. L’allarme lo lanciano congiuntamente Sindacato Giornalisti Veneto e Slc Cgil di Treviso, alla vigilia del 21 ottobre 2016, giorno in cui il Tribunale fallimentare è chiamato a pronunciarsi al termine dell’udienza che vedrà in aula il pubblico ministero titolare del procedimento e l’azienda. «I 54 dipendenti di Antennatre, fra redattori e tecnici, hanno diritto alla retribuzione» dicono chiaro e tondo i due sindacati, che fanno appello al commissario giudiziale e ai rappresentanti dell’azienda, che in un incontro con i sindacati mercoledì 19 ottobre hanno comunicato che in cassa ci sono solo i soldi sufficienti per pagare metà del mese di settembre.

Eppure, ragionano i sindacati, i 42mila euro che gli stessi professionisti hanno detto essere nella disponibilità dell’azienda potrebbero essere sufficienti a coprire l’intera mensilità, già ridotta da cassa integrazione e orario part time. L’annuncio di questa ennesima doccia fredda è arrivato mercoledì e l’assemblea dei lavoratori, convocata nella stessa serata, si è svolta in un clima di tensione, disorientamento e crescente preoccupazione.

Ad appesantire l’atmosfera e ad alimentare lo sconforto, anche l’apprendere che l’iter della procedura per definire la cessione di ramo d’azienda, se non ci sono intoppi, si concluderà ai primi di dicembre. E gli stipendi di ottobre e di novembre, chi li pagherà? è la domanda retorica che si fanno i lavoratori della televisione di San Biagio di Callalta (Treviso), che continuano a trasmettere i telegiornali nonostante da mesi l’emittente navighi nell’incertezza.

«Una cosa è certa – dichiarano i sindacati – non si possono più imporre sacrifici di questo tipo ai dipendenti, già sfibrati fisicamente psicologicamente da carichi di lavoro pesantissimi, sempre nell’incertezza sul futuro prossimo e che, vale la pena di ricordare, devono ancora riscuotere ben sei mensilità. Possibile che non si possano accorciare i tempi e trovare, nel rispetto della legge, una soluzione più rapida?».

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211