Menu

Premio Reaxys giovani ricercatori, vince Marta Da Pian di Ca’ Foscari

Pubblicato il 22 settembre 2016 in Opportunità, Venezia

foto Università Ca' Foscari Venezia  

È una giovane studentessa di chimica dell’Università Ca’ Foscari, Marta Da Pian, ad aggiudicarsi il primo premio del Reaxys SCI Young Researcher Award 2016, promosso per la seconda edizione da Elsevier, azienda che fornisce soluzioni informative e servizi scientifici, tecnici e medici, e dal Gruppo Giovani della Società Chimica Italiana (Sci). Il premio, di cui oggi 22 settembre sono stati annunciati i nomi dei tre vincitori, premia i saggi, tutti di alta qualità, di tre giovani chimici ed è rivolto agli iscritti alla Sci che svolgono un corso di dottorato o che abbiano recentemente conseguito il dottorato. Ai partecipanti è stato chiesto di inviare un saggio con la descrizione di un progetto di ricerca originale e innovativo e del relativo flusso di lavoro.

Ecco i tre vincitori del premio, che hanno creato nuove molecole in tre differenti campi della chimica. Il primo premio è andato a Marta Da Pian, dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, per la chimica per la farmacia. La ricerca di Da Pian consente la sintesi di macromolecole in grado di replicare in modo artificiale il comportamento degli enzimi con applicazioni nel campo del trasporto e rilascio mirato dei farmaci.

Stefania Mirabella, dell’Università degli Studi di Firenze, si è aggiudicata il secondo premio, per la chimica per la medicina. Mirabella ha studiato lo sviluppo di una nuova sintesi per ottenere composti organici analoghi di zuccheri che hanno potenziale attività antidiabetica.

Il terzo premio è andato infine a Gianluca Longoni, dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca, per la chimica per l’energia. Lo studio di Longoni si propone di studiare nuove formule in grado di generare inchiostri utilizzabili per la stampa 3D di batterie di piccole dimensioni.

I saggi che hanno vinto sono stati selezionati durante un processo di valutazione da una giuria composta da tre esperti di chimica di Elsevier e da tre componenti del Consiglio del Gruppo Giovani di Società Chimica Italiana. I criteri di selezione hanno valutato l’innovazione e l’originalità, l’impatto della ricerca, la rilevanza e la chiarezza. I nomi dei vincitori sono stati annunciati durante il XXXVII Convegno della Divisione di Chimica Organica che si è svolto presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia.

«Oggi i giovani ricercatori all’inizio della loro attività sono sottoposti a pressioni significative – ha commentato Petra Ullrich, Marketing Director Europe di Elsevier –. Elsevier è fortemente impegnata nell’offrire loro tutto il supporto necessario perché possano sviluppare con successo le loro carriere di ricercatori. Portiamo avanti numerose iniziative di questo tipo nel mondo, offrendo supporto e consigli. È stato davvero un piacere collaborare con la Società Chimica Italiana per incoraggiare ulteriormente e premiare i ricercatori, specialmente in Italia».

«Siamo onorati di poter lavorare su questo premio dedicato ai giovani chimici con Elsevier – ha detto Federico Bella, coordinatore del Gruppo Giovani della Società Chimica Italiana –, con cui condividiamo il desiderio di spronare e stimolare i ricercatori in questa difficile fase della loro carriera. Questi premi possono svolgere una funzione importante e far sì che i ricercatori che sono all’inizio della loro carriera rimangano motivati nel continuare a portare avanti il loro percorso di ricerca».

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova. Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie