Menu

Gruppo Carel, consegnate 25 borse di studio ai figli dei dipendenti

Pubblicato il 29 settembre 2016 in Cultura, Opportunità, Padova

 

Oggi, giovedì 29 settembre, presso la sede principale di Carel Industries di Brugine (Padova), sono state consegnate 25 borse di studio ai figli dei dipendenti più meritevoli che frequentano le scuole medie inferiori e superiori e l’università. L’operazione si inserisce all’interno del nuovo modello di welfare adottato da Carel per i propri dipendenti volto a fornire forme di sostegno “familiare” alternative per i genitori e i loro figli, dalla nascita fino al compimento degli studi universitari.

A ricevere le borse di studio, consegnate direttamente dal Presidente e fondatore di Carel Luigi Rossi Luciani insieme al Direttore Generale Francesco Nalini e al Direttore Human Resources Carlo Vanin, sono 13 studenti delle scuole medie inferiori che nell’anno scolastico 2015/2016 hanno ottenuto una votazione media non inferiore a 8/10, 9 studenti delle scuole medie superiori che nell’anno scolastico 2015/2016 hanno ottenuto una votazione media non inferiore a 7,5/10 o una votazione media non inferiore a 90/100 nell’esame di diploma e gli studenti universitari che nell’anno accademico 2014/2015 hanno ottenuto una votazione media non inferiore a 27/30.

Il nuovo modello di welfare di Carel

In particolare, il nuovo modello di welfare di Carel prevede metodologie innovative e flessibili a sostegno dei lavoratori e delle loro famiglie in grado di riconoscere qualità e produttività con l’obiettivo di promuovere un coinvolgimento sempre maggiore dei dipendenti nella vita aziendale e favorire al contempo condizioni di impiego il più possibile flessibili e qualitativamente sostenibili. Oltre alle borse di studio sopra descritte, il Gruppo mette a disposizione dei dipendenti anche un sostegno economico per l’iscrizione dei figli all’asilo nido.

«In questi anni il welfare aziendale in Carel ha progressivamente occupato sempre maggiori spazi ed è oggi contraddistinto da un importante patrimonio di iniziative – ha dichiarato Luigi Rossi Luciani, Presidente del Gruppo Carel. – Una eredità di valori caratteristica del DNA della nostra società, un progetto articolato la cui guida è stata la parola “attenzione”. Questo in quanto la volontà della nostra azienda nel corso degli anni è sempre stata quella di prendersi cura di ogni generazione in essa coinvolta attraverso un ventaglio di proposte». «Il Gruppo Carel crede fortemente nella formazione, attività cruciale per il futuro dei giovani, ma anche delle aziende, del sistema economico e, in senso più esteso, del Paese nel suo complesso – ha aggiunto il Direttore Generale Francesco Nalini. – Con questa iniziativa vogliamo garantire un riconoscimento e un supporto alle famiglie delle persone che lavorano in Carel, coniugando forme innovative di welfare con i valori in cui crediamo».

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211