Menu

Borsa, banche venete giù dopo il crollo Deutsche Bank

Pubblicato il 30 settembre 2016 in Credito

La Borsa di Milano. Foto di Giovanni Dall'Orto - Wikipedia  

I titoli delle banche venete quotate in Borsa perdono terreno, dopo le forti perdite che il titolo di Deutsche Bank sta subendo nella seduta del 30 settembre 2016. A provocare il crollo del valore azionario dell’istituto di credito tedesco, che perde oltre il 4,5% alle ore 13.00, è la diffusione della notizia della decisione presa da una decina di hedge fund di spostare i loro asset investiti in Deutsche Bank. La scelta di ridurre l’esposizione verso l’istituto tedesco è motivata dalle condizioni giudicate precarie dopo la maxi multa da 14 miliardi di dollari che il governo degli Usa ha staccato alla banca con sede a Francoforte, per chiudere lo scandalo dei mutui subprime.

Le difficoltà di Deutsche Bank si riflettono pesantemente anche su Piazza Affari, colpendo un po’ tutti i titoli bancari. Guardando al Veneto – qui l’andamento delle quotazioni in tempo reale – vediamo come poco dopo le ore 13.00 il titolo di Banco Popolare perda il 2,30% del valore, Banca Ifis si attesti a -2,50%, Cattolica Assicurazioni -1,86%. Riflessi negativi anche per altre banche con forte presenza in Veneto: Intesa Sanpaolo si attestava a -2,77% poco prima delle 13.00, e per Monte dei Paschi di Siena le perdite superano il 3% a metà giornata.

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211