Menu

Aeroporto di Venezia, con Atlantia i Benetton entrano in Save con il 21,3%

Pubblicato il 19 settembre 2016 in Infrastrutture, Treviso, Venezia

aeroporto di Venezia Save  

Il gruppo Atlantia, la holding che comprende Autostrade per l’Italia e Aeroporti di Roma ed ha come maggiore azionista una società di proprietà della famiglia Benetton, acquista il 21,3% del capitale di Save, la spa che ha in gestione l’aeroporto di Venezia e quello di Treviso, il terzo polo aeroportuale italiano. Il gruppo ha sottoscritto un accordo con San Lazzaro Investments Spain S.L. L’investimento complessivo è pari a 174 milioni di euro, per un prezzo di 14,75 euro ad azione.

«L’accordo prevede inoltre un meccanismo di integrazione parziale del prezzo – si legge nella nota diffusa dal gruppo Atlantia – qualora entro tre anni venisse promossa un’offerta pubblica di acquisto o scambio sul titolo Save ad un prezzo superiore a quello riconosciuto in data odierna, eventualità della quale Atlantia non è a conoscenza».

La partecipazione acquisita non fa parte di alcun patto di sindacato e non conferisce al gruppo nuovo entrato nell’azionariato diritti ulteriori rispetto a quelli previsti dallo Statuto di Save. La composizione dell’azionariato di Atlantia vede come maggiore azionista la società Sintonia, una finanziaria controllata da Edizione, la holding controllata dalla famiglia di industriali trevigiani Benetton. Che così, dopo le autostrade e lo scalo romano, mettono un piede nel business aeroportuale veneto.

atlantia-azionariato-benetton

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211