Menu

CharityStars, round da 2 milioni per la piattaforma di aste benefiche che parla padovano

Pubblicato il 19 luglio 2016 in Credito, Economie, Padova

 

CharityStars chiude un ruond da 2 milioni di euro, una tornata che parla padovano. Un po’ perché uno dei tre founder della prima piattaforma italiana di aste benefiche online, Francesco Nazari Fusetti, viene dalla città del Santo, un po’ perché nella tornata appena conclusa hanno partecipato il Fondo 360 Capital, Rancilio Cube, Fabio Cannavale attraverso Shark Bites e la piattaforma Focus Futuro, a cui è legato Stephan El Sharaawy, che proprio a Padova ha visto esplodere la sua carriera da calciatore. Fusetti, dal canto suo, ha fondato CharityStars, piattaforma che si divide fra Londra (uffici) e Milano (sede), insieme a Manuela Ravalli e Domenico Gravagno. 

«Siamo diventati un partner di riferimento per oltre 400 organizzazioni non-profit – spiega Fusetti, già fondatore di ScuolaZoo – a oggi ogni associazione organizza mediamente 10 aste all’anno sul nostro sito. Il nostro obiettivo è arrivare a 2000 associazioni attive entro il 2018 e raddoppiare lo scontrino medio delle vendite, che oggi è di circa 500 euro». «Dopo il Regno Unito – continua  – vogliamo iniziare ad aprirci al mercato USA e cinese. Su quest’ultimo abbiamo già diverse migliaia di utenti che ci seguono costantemente e che sono diventati top spenders. Abbiamo appena lanciato la versione cinese del sito e vogliamo investire in  campagne marketing mirate. Per noi si tratterebbe anche delle prime campagne di paid acquisition online, dato che ad oggi abbiamo beneficiato gratuitamente delle promozioni fatte dai VIP tramite i loro canali social».

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211