Menu

Tasse: calcola il risparmio con il nuovo welfare aziendale

Pubblicato il 22 giugno 2016 in Fisco e consumi, Veneto

Tasse nascoste  

Premio di risultato e welfare aziendale, la Legge di Stabilità 2016 ha introdotto una serie di agevolazioni per le imprese e i lavoratori, con risultati concreti in busta paga. Per calcolare quante tasse si risparmieranno, la Cisl del Veneto ha realizzato un calcolatore online: Calcola la convenienza permette, inserendo alcuni semplici dati, di sapere quanto si può risparmiare di tasse nel 2016 grazie alle nuove regole sul Premio di risultato pagato in busta paga oppure tramite servizi di welfare aziendale. Il risparmio viene calcolato facendo la differenza rispetto al tradizionale premio di produzione a tassazione ordinaria.

Schermata 2016-06-22 alle 14.57.44Come calcolare il risparmio? Semplice: basta indicare il reddito 2015, l’importo presunto del reddito 2016, l’importo presunto del premio di risultato per l’anno in corso, l’aliquota dell’addizionale Irpef regionale (per il Veneto è l’1,23%) e quella del Comune di residenza.

Infine va inserito il coniuge a carico, se presente, e eventualmente i figli a carico.

Per concludere si clicca su “calcola” e comparirà una stima del risparmio che si otterrà in termini di tasse rispetto allo scorso anno. Il calcolatore si raggiunge a questo link.

Premio di risultato e welfare aziendale: quanto si risparmia

La Legge di Stabilità 2016 ha stabilito che i premi di risultato vengano detassati, introducendo un tetto massimo del 10% per la tassazione sulla retribuzione premiale. Un’aliquota agevolata che vale per i dipendenti il cui reddito annuo non supera i 50mila euro, e con un importo massimo di premi pari a 2mila euro a cui si applica la tassazione agevolata.

Inoltre se i premi di risultato vengono erogati sotto forma di prestazioni di welfare aziendale, allora la tassazione è pari a zero, perché non concorrono a formare il reddito soggetto a Irpef. Nel welfare aziendale sono compresi servizi e prestazioni per il lavoratore o per i suoi familiari a carico, per esempio borse di studio per i figli.

Le agevolazioni sono definitive dal 2016, mentre dal 2008 erano state in parte introdotte solo in forma provvisoria, e per l’anno 2015 erano state sospese.

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova. Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie