Menu

BpVi, allarme bomba in filiale a Brescia. Bancari: più sicurezza

Pubblicato il 10 giugno 2016 in Credito, Vicenza

carabinieri artificieri  

Allarme bomba in una filiale della BpVi di Brescia la mattina di venerdì 10 giugno 2016:  si trattava di un vecchio residuato bellico di piccole dimensioni. Appena arrivati al lavoro, alcuni dipendenti dello sportello della Banca Popolare di Vicenza in via Triumplina hanno trovato un ordigno di fronte all’entrata, dove era stato lasciato da ignoti durante la notte. Hanno allertato i Carabinieri e gli artificieri intervenuti sul posto hanno rimosso l’ordigno. Nella tarda mattinata di venerdì, la filiale ha riaperto i battenti.

I sindacati dell’organo di coordinamento Banca Popolare di Vicenza, composto da Fabi, First Cisl, Fisac Cgil e Unisin, dopo l’episodio intimidatorio chiederanno all’istituto di credito un incontro specifico in tema sicurezza. Le organizzazioni sindacali «sono vicine a tutti i dipendenti della filiale di Brescia – si legge in una nota diffusa in mattinata – che hanno subito il grave atto intimidatorio avvenuto in data odierna (ordigno esplosivo collocato all’ingresso della Filiale) e condannano fermamente il duro episodio ribadendo ancora una volta che i colleghi sono vittime e non complici della grave situazione in cui versa l’istituto».

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211