Menu

Zuccato: apriamo un tavolo sulla crisi delle banche venete

Pubblicato il 9 maggio 2016 in Credito, Padova, Pmi e Imprese, Treviso, Veneto, Vicenza

Roberto Zuccato  

Roberto Zuccato, presidente di Confindustria Veneto, propone di aprire un tavolo per «affrontare l’emergenza» del sistema bancario veneto, al centro di una crisi che va da Banca Popolare di Vicenza a Veneto Banca, passando per le banche di credito cooperativo come Crediveneto appena messa in liquidazione. «Il rischio che le vicende bancarie, a tratti drammatiche, portino ad un reale impoverimento di aziende e famiglie, è reale. È cosa che toglie il sonno, perché un’azienda che chiude, una famiglia che perde i propri risparmi è sempre una sconfitta per tutta la società» afferma Zuccato in una lunga lettera.

Crisi banche, Zuccato: garanzie alle imprese

«È soprattutto necessario accompagnare le aziende in difficoltà per l’accesso al credito e per la ricchezza patrimoniale perduta, mettendo in campo tutti gli strumenti a disposizione – si legge nella parte finale del documento firmato da Roberto Zuccato –. A tal fine, Confindustria Veneto intende promuovere, in tempi rapidi, un tavolo di lavoro con la finanza pubblica e privata e con la Regione. La leva più semplice da attivare appare quella delle garanzie, a cui possono e devono concorrere i Confidi delle associazioni di rappresentanza, la Finanziaria regionale e il Fondo Centrale di Garanzia. È forse questo il terreno più efficace per affrontare l’emergenza».

Zuccato lancia una sorta di chiamata alla mobilitazione delle forze produttive, disegnando uno scenario non proprio roseo per l’economia regionale: «Ci troviamo ad un punto di svolta della nostra storia, con alle spalle otto anni di crisi e davanti una ripresa ancora debole e un futuro condizionato dall’instabilità internazionale e dalla debolezza causata dal debito pubblico – scrive infatti –. Solo a partire dalla piena consapevolezza del tramonto di un’epoca, e attraverso un “impegno di sistema” di tutta la classe dirigente, è possibile ricostruire un rapporto di fiducia tra imprese, banche, istituzioni, famiglie e società. E gettare così le basi per una nuova crescita del Veneto. Le forze ci sono, le traiettorie del cambiamento, a livello globale e locale, anche».

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211