Menu

Recycle game, parco giochi “eco” nella villa confiscata a Maniero

Pubblicato il 17 maggio 2016 in Innovazione, Venezia

Recycle Game  

Un parco giochi con materiali di riciclo nella villa di Campolongo Maggiore confiscata al boss della Mala del Brenta Felice Maniero. È il progetto Recycle game, che sta partendo per iniziativa di Scrapycle, startup innovativa che mette in comunicazione aziende e PA che producono materiali di scarto con designer e artigiani che li riutilizzano, e il FabLab Affari Puliti 3D, il laboratorio per la fabbricazione digitale e la stampa 3D a cui è stato assegnata nel 2015 una parte della villa, uno dei 186 beni confiscati alla mafia presenti in Veneto.

Il lancio dell’iniziativa è previsto per sabato 28 maggio 2016 con la presentazione pubblica e l’invito alla cittadinanza a completare la raccolta del materiale di scarto ancora riutilizzabile. La progettazione condivisa mira, al di là del parco giochi in sé, ad avviare un percorso che faccia incontrare la cittadinanza e gli strumenti di progettazione digitale. Si parte da un concetto semplice: sei moduli piramidali in legno, disponibili a piacimento sul terreno, tenuti insieme da giunti stampati in 3D. Legando queste strutture tra loro con pezzi di legno, corde, reti o vecchi pneumatici, i designer costruiranno le giostre, ispirandosi anche alle proposte degli studenti che parteciperanno al percorso.

Durante il mese di maggio 2016 si concentreranno gli incontri progettuali tra creativi, scuole e imprenditori artigiani. Recycle game – raccontata nel dettaglio qui – è sponsorizzato da Cna Veneto e patrocinata dal Ministero dell’Ambiente e dalla Regione Veneto.

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211