Menu

Impianto fotovoltaico in ritardo, c’è il risarcimento per mancato incentivo

Pubblicato il 23 maggio 2016 in Fisco e consumi, Verona

impianto fotovoltaico pannello solare  

Impianti fotovoltaici, se l’installazione avviene con ritardo, facendo perdere gli incentivi al consumatore, questi può essere risarcito per il ritardo. È una sentenza del Tribunale di Verona ad affermarlo. Il caso è quello di un consumatore assistito da Adiconsum Verona, che aveva fatto causa contro il gruppo Green Power, con cui aveva concluso un contratto per un impianto di 6 Kw al costo di 30mila euro. La ditta si era impegnata a concludere l’impianto entro sei mesi, ma il termine non è stato rispettato, superando la data del 26 agosto 2012, ultimo termine valido perché il cliente potesse usufruire degli incentivi più favorevoli del quarto conto energia. Il cliente ha così potuto usufruire solo dell’incentivo del quinto conto energia, meno favorevole. E si è rivolto all’Adiconsum e al suo legale Silvia Caucchioli, per ottenere un risarcimento pari alla differenza fra l’incentivo possibile con il quarto conto energia e quello effettivamente avuto.

Dalla sentenza è emerso che era onere contrattuale del Gruppo Green Power procedere non solo alla realizzazione dell’impianto ma anche richiedere l’allaccio alla rete elettrica nel termine previsto di sei mesi. Dalla consulenza tecnica è emerso che la richiesta di connessione curata dall’impresa è avvenuta in ritardo verificatosi, a cascata nell’esecuzione della altre pratiche connesse. Questi ritardi hanno impedito a parte attrice di ottenere gli incentivi.

Nei giorni scorsi il Tribunale di Verona, fa sapere Adiconsum, ha condannato la società a risarcire di 4mila 591 euro il consumatore, per il ritardo nella realizzazione dell’impianto fotovoltaico. «Molti consumatori hanno avuto l’illusione di ottenere incentivi e risparmiare installando piccoli impianti fotovoltaici – afferma Silvia Caucchioli, legale di Adiconsum Verona –. Gli agenti delle ditte specializzate si recavano presso le abitazioni facendo stipulare contratti per pannelli fotovoltaici. Promettevano incentivi che rendevano interessante l’investimento. Tuttavia, la normativa sugli incentivi è cambiata rapidamente diminuendoli, di anno in anno, sempre più».

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova. Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie