Menu

Cereal Docks, 55 milioni per il restyling a Porto Marghera

Pubblicato il 22 aprile 2016 in Pmi e Imprese, Venezia, Vicenza

Cereal Docks  

Cereal Docks ha ottenuto un finanziamento 55 milioni di euro da Unicredit e Intesa Sanpaolo, in quote paritetiche, per sostenere il piano di sviluppo e gli investimenti della società, che ha sede a Camisano Vicentino, ed è il principale gruppo industriale italiano per la trasformazione di cereali (grano e mais) e semi oleosi (soia, colza, girasole) per usi alimentari, zootecnici ed industriali: il suo fatturato supera i 500 milioni di euro e sono 150 i dipendenti attivi in 5 stabilimenti. Il principale progetto finanziato dalla nuova linea di credito è il rimodernamento dell’impianto produttivo di Porto Marghera, comprato nel 2011 e da allora primo impianto di trasformazione di semi oleosi in Italia, con una capacità giornaliera di estrazione pari a 5mila tonnellate.

«Il finanziamento è una conferma della solidità del gruppo Cereal Docks e della credibilità dei suoi piani di sviluppo – commenta il presidente del gruppo Mauro Fanin – Il rafforzamento della capacità produttiva degli impianti va di pari passo con l’attenzione all’innovazione tecnologica, necessaria per raggiungere un significativo incremento della produttività, ma anche con la cura della sostenibilità ambientale. Il futuro del gruppo Cereal Docks è sempre più legato al binomio innovazione e sostenibilità. Per questo siamo particolarmente soddisfatti della fiducia che ci hanno dimostrato due primari istituti di credito come Unicredit e Intesa Sanpaolo».

«Il supporto di Unicredit ai piani di investimento di Cereal Docks – dice Luisella Altare, area manager Vicenza di Unicredit – risponde alla doppia logica di sostegno al territorio, qui intesa in un senso ancora più ampio viste le diverse aree coinvolte nel progetto imprenditoriale, e di accompagnamento di una realtà imprenditoriale esemplare, in grado di attivare percorsi di crescita virtuosi e sostenibili».

«Il supporto a Cereal Docks rappresenta la nostra volontà di dare slancio alle imprese che puntano al proprio sviluppo – dichiara Rony Hamaui, direttore generale Mediocredito Italiano – In particolare, grazie alla cooperazione di varie strutture all’interno del Gruppo Intesa Sanpaolo, abbiamo raggiunto l’obiettivo comune di sostenere un’impresa che investe nella ricerca e nell’innovazione».

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211