Menu

Making Sense, a Cittadella artisti e makers ragionano di futuro

Pubblicato il 9 marzo 2016 in Cultura, Innovazione, Padova

Making Sense  

Making Sense è un ciclo di quattro incontri che mette a confronto artisti, makers e studenti per ragionare su come i linguaggi e le pratiche dell’arte e del nuovo artigianato digitale possano dialogare. Unendo creatività ed economia. La location è Palazzo Pretorio a Cittadella, in provincia di Padova, per quattro dibattiti distribuiti durante il mese di marzo 2016, che seguono la prima fase del progetto che consisteva in un periodo di residenza artistica e nell’apertura della mostra collettiva Making Sense, con gli artisti Francesco Bertelé e Recipient.cc, Roberto Fassone, Friends Make Books, Kensuke Koike, Lumi IndustriesLaurina Paperina e Elisa Strinna. Gli incontri si svolgeranno alle ore 20:30, alla presenza dei curatori del progetto, Guido Bartorelli, Caterina Benvegnù e Stefano Volpato, che discuteranno di volta in volta con gli ospiti.

Domenico Quaranta il 10 marzo

Il primo appuntamento, giovedì 10 marzo, è con Domenico Quaranta, docente universitario, curatore e critico d’arte, autore di numerose pubblicazioni, tra le quali Media, New Media, Postmedia (Milano 2010).

Stefano Micelli il 17 marzo

Giovedì 17 marzo, invece, il programma prevede l’appuntamento con Stefano Micelli, docente di economia e gestione delle imprese presso l’università Ca’ Foscari di Venezia e autore di numerose pubblicazioni, tra le quali Futuro artigiano. L’innovazione nelle mani degli italiani (Venezia 2011).

Gli studenti il 24 marzo

È la volta degli studenti giovedì 24 marzo: Making Sense incontrerà i docenti e gli studenti dell’Istituto Tecnico Superiore Meccatronico di Vicenza, che hanno presentato i propri progetti alla Maker Faire Rome 2015.

Making Sense: il saggio il 31 marzo

Giovedì 31 marzo sarà la giornata di presentazione del saggio-catalogo Making Sense, edito da Cleup, che accompagnerà la mostra proponendo approfondimenti sui temi scientifici del progetto, grazie agli interventi dei curatori, lasciando comunque un importante spazio all’esame critico dell’opera degli artisti coinvolti. Ne discuteranno con i curatori Fabio Cavallucci, direttore del Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci – Prato e Fulvio Chimento, curatore e critico d’arte, autore del volume Arte italiana del terzo millennio (Milano–Udine, 2013).

Il progetto Making Sense è stato realizzato dalla Fondazione Palazzo Pretorio onlus, con il contributo del comune di Cittadella e della Fondazione Cassa di risparmio di Padova e Rovigo, patrocinato dal Dipartimento dei beni culturali dell’università di Padova e con il contributo di Metalservice Spa.

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova. Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie