Menu

I 60 anni di Blowterm, che vernicia Ferrari e Lamborghini

Pubblicato il 25 marzo 2016 in Padova, Pmi e Imprese

Blowterm  

Ha verniciato le scocche Ferrari a Maranello e i coupè Lamborghini, le ammiraglie Mercedes e Bmw e le Frecce Tricolori, ma anche le auto dei comuni mortali in tutto il mondo: Blowtherm Spa, storica azienda metalmeccanica padovana leader mondiale nelle cabine forno di verniciatura, festeggia i 60 anni di attività (1956-2016). Lo ha appena fatto in grande stile alla fiera MCE – Mostra Convegno Expocomfort, la manifestazione internazionale biennale rivolta ai settori dell’impiantistica civile e industriale a Fiera Milano (15-18 marzo), presentando per l’occasione anche le nuove linee di macchine per il riscaldamento e la climatizzazione di impianti sportivi, settore promettente in Europa di cui Blowtherm è leader nel mercato italiano.

Fondata nel 1956 da Giovanni Peghin, scomparso nel 1981, Blowtherm è oggi parte di un gruppo, guidato dal figlio Francesco, che commercializza i propri prodotti in oltre 60 paesi del mondo (tra gli altri, Stati Uniti, Canada, Polonia, Russia, Cina, Germania, Francia, Svizzera, Giordania, Iran, Emirati Arabi, India, Giappone) e ha chiuso il 2015 con un volume di affari di circa 70 milioni di Euro e 350 addetti.

Blowterm: da Ferrari a Bmw, ma anche aerei e treni

Blowtherm, nata cavalcando il boom dello sviluppo edilizio nel dopoguerra con la costruzione di bruciatori per il riscaldamento domestico, oggi opera con 2 divisioni. La divisione Impianti di verniciatura in cui è leader mondiale con le proprie cabine forno di verniciatura installate presso i centri di servizio di tutti i più importanti costruttori di autoveicoli (da Fca a Mercedes, Bmw, Toyota, Gm, Ferrari, Lamborghini) e nei settori nautico, aeronautico (tra gli altri Frecce Tricolori, Lufthansa, Fincantieri, Aeronavali) e ferroviario (treni Alta Velocita, metro). E la divisione Riscaldamento con le originarie linee di bruciatori vendute in tutto il mondo.

Francesco Peghin

Francesco Peghin

«L’azienda è uscita bene dagli anni difficili che in Europa hanno colpito i mercati che ruotano attorno all’automotive e all’edilizia – dichiara il presidente di Blowtherm, Francesco Peghin – grazie agli investimenti continui in ricerca e avanzamento tecnologico che proseguono per consolidare quote in mercati come il Nord America, in particolare gli Stati Uniti, già molto importanti per l’azienda, e la leadership tecnologica. Sono molto fiducioso che il 2016 rappresenterà per Blowtherm una svolta, per la consistente previsione di crescita delle esportazioni e di ripresa sul mercato italiano».

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211