Menu

Un convegno a San Giobbe per festeggiare la giornata mondiale del servizio sociale

Pubblicato il 14 marzo 2016 in Economie, Professionisti, Venezia

Aula magna di San Giobbe, Ca' Foscari, Venezia  

Mettere in relazione prosperità, benessere e crescita della società veneta con il rispetto della dignità e dei diritti di ogni persona: è questo il tema al centro del World Social Work Day in Veneto, la giornata mondiale del Servizio sociale che, come ogni anno, sarà festeggiata domani, martedì 15 marzo 2016, dalle 9 alle 14.30, con un grande convegno organizzato a Venezia, presso l’aula magna della sede di San Giobbe dell’Università Ca’ Foscari.

A promuovere l’evento, che vedrà la partecipazione di un grande numero di assistenti sociali veneti, studenti di Servizio sociale e docenti universitari ed è intitolato “Le società prosperano quando la dignità e i diritti di tutte le persone sono rispettati”, è l’Ordine degli Assistenti Sociali del Veneto insieme alle Università degli Studi di Padova, Verona e Venezia e all’AIDoSS, l’Associazione Italiana Docenti di Servizio Sociale.

“Valorizzare storie di successo”

«I professionisti del servizio sociale in Veneto – spiega la presidente dell’Ordine degli Assistenti Sociali del Veneto Monica Quanilli – conoscono molto bene il valore del lavoro di cura delle persone, che nonostante tagli e ristrettezze del welfare, continua a ri-costruire dignità e valore per gli altri. Per questo – prosegue Quanilli – vogliamo valorizzare alcune storie di successo del servizio sociale che testimoniano come la professionalità degli assistenti sociali contribuisca a una crescita umana, ma anche sociale ed economica, permettendo a persone che rischiano la marginalità di diventare soggetti attivi».

Mauro e Lucy: due storie di servizio sociale

L’Ordine degli Assistenti Sociali del Veneto ha infatti deciso di lanciare, in questa occasione, tra i propri iscritti, una raccolta di testimonianze e storie che mostrino il valore del lavoro sociale e dell’azione degli assistenti sociali. Come la vicenda di Mauro, giovane artigiano della provincia veneziana che, dopo aver subito un grave incidente sul lavoro che ne aveva menomato le capacità di movimento, ma anche la fiducia, grazie allo sport in carrozzina scoperto con l’assistente sociale che lo ha seguito è riuscito a tornare protagonista della sua vita, vincendo anche la competizione di categoria alla Venice Marathon.

O come la storia di Lucy (nome di fantasia), coraggiosa donna e madre di origine africana che ha saputo, dopo essere immigrata nel Veneziano, formarsi, diventare una professionista apprezzata e poi anche, grazie anche al lavoro di chi l’ha affiancata, superare la perdita del lavoro e della casa per ricostruirsi e tornare ad avere un impiego, un’abitazione, facendo pure volontariato presso una cooperativa che si occupa di profughi.

Promosso dalle organizzazioni internazionali IASSW (International Association of School of Social Work), IFSW (International Federation of Social Workers), EASSW (European Association of Schools of Social Work) e in Italia dall’AIDoSS (Associazione Italiana Docenti di Servizio Sociale), il World Social Work Day si svolge ogni anno il terzo martedì di marzo.

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211