Menu

Trivelle: referendum il 17 aprile. Veneto in prima linea

Pubblicato il 11 febbraio 2016 in Economie, Infrastrutture, Regione, Rovigo

referendum trivelle  

Sì o no alle trivelle il 17 aprile 2016: è questa la data fissata dal governo per il referendum sulle trivellazioni che riguardano anche il Veneto, e in particolare la zona del Delta del Po, al confine fra Polesine ed Emilia Romagna, dove sono in ballo alcune concessioni. Il Consiglio dei ministri oggi ha approvato il decreto che indice il referendum popolare che è stato dichiarato ammissibile dalla Corte costituzionale il 19 gennaio 2016.

L’area di ricerca di idrocarburi che interessa il Veneto è quella denominata “La Risorta”: qui a fare richiesta di poter avviare ricerche trivellando l’Alto Adriatico è la società Northsun Italia, come risulta dal registro delle istanze per il conferimento di titoli minerari del Ministero dello sviluppo economico:

Schermata 2016-02-11 alle 13.02.29

L’area de “La Risorta” comprende i comuni di Adria, Gavello, Taglio di Po, Villanova Marchesana, Corbola, Papozze e Ariano nel Polesine. Qui di seguito la mappa delle aree interessate in tutta la pianura padana (fonte www.povalley.com):

trivelle-po-valley-northsun-italia

Altre due richieste di concessione riguardano l’area “Le Saline” e la “Tre Ponti” (entrambe di Aleanna Resources LLC).

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova. Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie