Menu

Acque Veronesi, finanziamento da 20 milioni per opere infrastrutturali

Pubblicato il 22 gennaio 2016 in Professionisti, Regione, Verona

Acqua  

Acque Veronesi, società consortile che gestisce il servizio idrico integrato in 77 comuni della provincia scaligera, ha ottenuto un finanziamento di 20 milioni di euro da un pool di banche composto da Banco Popolare di Verona, Bnl Paribas, Unicredit Banca d’Impresa, Monte dei Paschi di Siena, Veneto Banca e Banco Popolare di Vicenza. «Il finanziamento – spiega il presidente Niko Cordioli – consentirà di garantire ai sindaci un piano delle opere che venga incontro alle esigenze ed alle necessità del territorio e dei propri cittadini, programmando con serenità e con una robusta copertura economica alle spalle, investimenti certi e sicuri a vantaggio della collettività».

Piano di investimenti da 65 milioni in 4 anni

Debora Cremasco

Debora Cremasco

Grazie allo stanziamento ottenuto, Acque Veronesi stima di implementare il proprio piano di investimenti 2014-2017, originariamente di 48 milioni di euro, portandolo a 65 milioni. La previsione è di poter raggiungere la cifra di 94 milioni di euro nel periodo 2016-2021. Acque Veronesi è una delle prime 20 società del settore per ampiezza del bacino di popolazione servito. Dal 2007, l’azienda ha realizzato investimenti per oltre 130 milioni di euro. Per l’operazione di finanziamento la società è stata assistita dallo Studio Lambertini & Associati con un team composto dagli avvocati Debora Cremasco, Lamberto Lambertini e Francesco Stocco.

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211