Menu

Bassano, inaugurato il polo logistico Bas Group

Pubblicato il 20 ottobre 2015 in Pmi e Imprese, Veneto, Vicenza

Bas Group  

Della loro “Logistica snella” in Bas Group vanno molto orgogliosi. Il servizio offerto in outsourcing, ancora poco diffuso tra le imprese del Nordest italiano, rappresenta un grande valore aggiunto e una indubbia opportunità di business per chi se ne avvale. Per questo Bas Group ha inaugurato il 15 ottobre il nuovo polo logistico, attivo da gennaio 2015, cui ha dato origine accorpando in un’unica sede cinque delle sette società del gruppo, portando in evidenza il tema dell’outsourcing logistico, che fa della nuova realtà veneta una pioniera nel settore della gestione di magazzino e dei trasporti.

Hanno partecipato all’incontro Domenico Battiloro, General Manager di Bassanosped, Matteo Vaccari, Amministratore di Logistic Net, Nicola Gianesin, Amministratore delegato di GC&P, Diego Caron, Presidente del raggruppamento di Bassano del Grappa di Confindustria Vicenza e di Simone Tognin, consulente di GC&P curatore del progetto dedicato alla Lean che ha permesso a Bas Group di rendere efficiente al massimo le proprie attività, all’insegna dell’eccellenza nel servizio offerto.

Il magazzino in outsourcing

L’outsourcing logistico è uno strumento ancora poco utilizzato dalle imprese italiane che, al contrario, rappresenta una grande opportunità per la crescita del business. «L’outsourcing logistico – afferma Simone Tognin, consulente GC&P – è a tutti gli effetti una leva strategica per la crescita delle imprese, perché libera risorse interne che l’azienda può destinare alle cosiddette “attività a valore”, ovvero al proprio core business. Nella nostra esperienza di consulenti lean lo vediamo quotidianamente, e le testimonianze degli imprenditori confermano questa tesi, tra l’altro ampiamente sperimentata all’estero. Le PMI italiane che intendono fare un salto di qualità, ponendosi su standard internazionali, devono considerare questo strumento, molto efficace e capace di fare la differenza nei risultati imprenditoriali. La sfida competitiva delle imprese si gioca sul terreno dell’efficienza, che significa migliorare il servizio riducendo i costi di gestione e gli sprechi. Questo rappresenta l’area di miglioramento per moltissime aziende oggi».

La creazione di un unico polo logistico (con 25mila metri quadrati di area operativa e altri 1.500 metri quadrati di uffici) permette a Bas Group di creare economie di scala e sinergie interne funzionali a migliorare il servizio, ottimizzando l’impegno degli operatori. La logistica diventa strategica in un mercato sempre più veloce ed esigente, in particolare quando si tratta di distribuzione ai privati e di e-commerce. «Organizzare un magazzino passa necessariamente per la Lean Organization – sostiene Matteo Vaccari, Amministratore Delegato di Logistic Net – che nel nostro caso poneva una sfida in più: creare procedure standard su processi molto diversi tra loro, in conseguenza delle specificità dei settori dei clienti. I consulenti GC&P hanno proposto un’applicazione personalizzata della Lean, superando la rigidità dei principi teorici in favore di una flessibilità che per noi è fondamentale. Abbiamo così modificato il nostro modo di pensare al nostro business, raggiungendo una flessibilità estrema del servizio che siamo in grado di dare al cliente finale. Lavoriamo 7 giorni su 7, e 360 giorni all’anno, e siamo totalmente adattabili alle tipicità dei clienti».

Sei aziende, un solo gruppo

Fanno parte di BAS Group sei aziende: Bassanosped (capostipite, fondata nel 1977), Il Corriere, Ribosped, T.S.G.Italia, BASExpress, Arguto, Logistic Net. Insieme coprono l’intera “Supply Chain” che va dall’import alla distribuzione, passando per i servizi di trasporto e di gestione dei magazzini in outsourcing. Il gruppo è una realtà consolidata, che fattura 35 milioni di euro, con 150 dipendenti. L’ultima nata in casa BAS Group è Logistic Net, avviata nell’ottobre 2006 ed entrata nel gruppo nel 2011, che funge da referente per il cliente, offrendo il servizio più innovativo, con l’outsourcing di magazzino.

I casi di successo

Tra i casi di successo di applicazione dell’outsourcing in logistica, hanno parlato Stefano Cadamuro, responsabile divisione B2C di Mionetto Spa, Enrico Grando, responsabile della pianificazione e della logistica della divisione Imaging di Vitec Group, Fabio Simonetto, responsabile Operations di Caminetti Montegrappa. Per Mionetto, che fa vendita diretta e online, la logistica è strategica proprio per poter tradurre in servizio concreto gli ordini di 30 mila clienti, con 600 mila bottiglie l’anno, con richieste personalizzate. Dal 2012 utilizza la logistica in outsourcing con Bas Group. Enrico Grando (Vitec Group) ha sottolineato come l’outsourcing sia stato strategico per realizzare una crescita del business in Europa e in Asia-Pacific, in mercati nuovi e in contesti complessi, dove sono fondamentali una presenza puntuale e una velocità di approvvigionamento dei punti vendita. Per Fabio Simonetto (Caminetti Montegrappa) la logistica affidata a specialisti esterni è la leva che ha consentito all’azienda di concentrarsi sulle attività fondamentali di progettazione e realizzazione, ottenendo un servizio di alto livello senza impegnare risorse interne, come personal e spazi aziendali.

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova. Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie