Menu

Dal Veneto al mondo: H-ART entra in AKQA

Pubblicato il 23 aprile 2015 in Innovazione, Veneto

Particolare della sede di H-ART  

Una nuova, importante tappa nel percorso di H-ART, l’agenzia digitale nata dieci anni fa in seno a H-FARM e divenuta ormai una delle principali realtà del settore. Da oggi, H-ART entra nel network di AKQA, azienda che si occupa d’innovazione con oltre 2.000 collaboratori in tutto il mondo.

Galleria: clienti di H-ART

L’accordo prevede che il team di H-ART guiderà lo sviluppo del network in nuovi mercati strategici, inclusi quelli del Sud & Est Europa, Medio Oriente & Nord Africa. Dopo un primo periodo di ingresso nel network, entro fine anno è previsto il total rebranding: sparisce dunque il marchio H-ART e l’azienda diventerà dunque a tutti gli effetti parte di AKQA.

«H-ART – racconta il fondatore e ceo Massimiliano Ventimiglia – è un team multidisciplinare che crea progetti di comunicazione dal forte carattere innovativo. Cerca di proiettare le aziende verso il futuro. Nei progetti che realizziamo ridisegniamo completamente il modo in cui le aziende si mostrano e si raccontano in ogni singola interazione con i clienti».

H-ART conta oltre 200 collaboratori in cinque uffici: oltre al quartier generale veneziano, Milano, Firenze, Roma e Londra. Con un fatturato cresciuto dai 5,3 milioni del 2009 agli oltre 20 milioni del 2014. «E il 2015 si presenta importante – continua Ventimiglia – tanto che ci aspettiamo di chiudere a 24 mln di fatturato e 4 milioni di profitto. Con un portfolio clienti è impressionante». Da American Express a Nestlè, Diesel, Henkel, Geox.

Galleria: H-ART

«In questi anni – conclude il ceo di H-ART – abbiamo sentito un gran bisogno di stringere rapporti a livello internazionale. Era arrivato il momento di trovare un partner con cui parlare nativamente la lingua del nostro business, con il quale poterci confrontare, per poter dare una scala più grande alla visione di ART, quella di poter accompagnare la digital trasformation delle imprese».

«L’Italia è un Paese meraviglioso e, da sempre, abbiamo sognato di farne parte – sottolinea Ajaz Ahmed, ceo di AKQA -. Ne ammiriamo l’arte, l’artigianato e la cultura che hanno ispirato i più grandi innovatori nei secoli. Siamo assolutamente felici di investire in Italia per segnare un rinascimento digitale e contribuire allo sviluppo di progetti rivoluzionari per ispirare nuove generazioni d’innovatori. Siamo felici di accogliere H-ART nella famiglia di AKQA: la nostra ambizione è di portare il suo Made in Italy in tutto il mondo: vogliamo dare una presenza globale a questo valore assoluto».

Massimiliano Ventimiglia, Sir Martin Sorrell, Ajaz Ahmed

Massimiliano Ventimiglia, Sir Martin Sorrell, Ajaz Ahmed

«Questa partnership conferma il ruolo da leader di WPP – ribadisce Massimo Costa, country manager di WPP Italia -, nell’offrire ai nostri clienti talenti e risorse di altissima qualità in ambito digitale e, in particolare, per i brand del Made in Italy che ricercano un partner, in grado di offrire loro un supporto internazionale. H-ART e AKQA sono complementari e rappresentano l’eccellenza del Gruppo a livello nazionale e internazionale».

Il fondatore di H-ART, Massimiliano Ventimiglia manterrà il ruolo di ceo della società italiana, così come continuerà a ricoprire l’incarico di cdo di WPP Italia e a far parte dell’Executive Board di GroupM Italia.

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211