Menu

Il laboratorio creativo calabrese col cuore padovano

Pubblicato il 7 luglio 2014 in Innovazione, Padova, Veneto

 

C’è lo zampino del padovano Gip, al secolo Giampietro Cutrino, dietro al progetto da 50.000 dollari lanciato dall’azienda calabra Favella per cercare un nuovo modo di viaggiare che sia sostenibile per il pianeta e le tasche dei viaggiatori. Un investimento sulla creatività che ha dato vita a Favella Creative Lab, il primo laboratorio temporaneo dedicato a viaggiatori creativi che si terrà dal 18 al 26 luglio a Borgo Favella, Sud Italia e coinvolgerà 8 partecipanti guidati dall’ex iena padovana.

Un progetto da 50mila dollari nel cuore della Calabria

C’è la crisi. E ci sono aziende che nonostante tutto continuano a investire in creatività, in momenti in cui altri rinunciano, in territori in cui la crisi si sente di più come nel Sud Italia, in Calabria. È il caso di Favella, azienda specializzata in prodotti calabresi gourmet e caseari di bufala, che dal 18 al 26 luglio mette a disposizione ben 50.000 dollari per Favella Lab, un laboratorio rivolto a 8 viaggiatori creativi con lo scopo di cercare e condividere un nuovo modello di viaggio svincolato da quei limiti economici che impediscono alle persone di viaggiare liberamente.

Obiettivo del workshop è la creazione di un video che abbia come tema: “Liberi di…” e illustri appunto strategie innovative per trasformare il proprio viaggio in un elemento di guadagno che faccia bene alle persone e all’ambiente. Un gesto decisamente in controtendenza rispetto alla media delle aziende italiane; un’apertura che cerca la contaminazione, la creatività, nuove economie e modi di vivere sostenibili.

Iscrizioni fino al 10 luglio

Le iscrizioni a Favella Lab scadono il 10 luglio e gli 8 creativi selezionati lavoreranno a Borgo Favella, una villa del 17° secolo immersa nella piana di Sibari, a Corigliano Calabro, provincia di Cosenza. A guidarli come Art Director sarà l’ex Iena Gip, alias Giampietro Cutrino, che spiega: “Favella Lab è un respiro di novità e un grido di speranza lanciato dalle aziende Torre Saracena e Bufavella. Un inno alla Vita, alla Libertà, al viaggio che finalmente nasce da aziende minori rispetto a quelle che siamo abituati a sentire proporre macroprogetti finalizzati unicamente a diffondere i propri brand e a ricavarne introiti economici” e aggiunge “Favella Lab non ha fini di lucro, è un progetto sano nel quale le aziende investono con lo scopo unico di regalare la possibilità a 8 creativi di esprimersi. È un progetto verso il quale nutro grande rispetto”.

Tutte le spese di viaggio, vitto e alloggio dei partecipanti saranno, infatti, pagate dall’azienda Torre Saracena con i 50.000 dollari messi a disposizione per il progetto e che serviranno anche a fornire ai creativi attrezzature video professionali (computer, videocamere, droni, camere subacquee) e sportive (skate, surf, sup, canoe, mountain bike), nonché veicoli di diversa tipologia (Jeep, van, quad, moto da cross).

Tre viaggiatori sono già confermati: Kris Grove, una delle due Kris&Kris di MTV e ora Dj di Radio 105; Carlo Alberto Cavallo, psicologo di tutte le edizioni del Grande Fratello e Darinka Montico, una fotografa di viaggio che gira l’Italia a piedi.

Si cercano gli altri. Per candidarsi, basta compilare il form sul sito di Favella Lab. Deadline per le iscrizioni è giovedì 10 luglio 2014.

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211