Menu

Padova, tiene il turismo (ma calano ancora le terme)

Pubblicato il 13 febbraio 2013 in Padova, Veneto

Padova, piazza dei Frutti  

Cala il turismo padovano nel 2012, con una performance differenziata tra capoluogo e centri della provincia: in complesso -0,54% sugli arrivi, -2,96& sulle presenze, per un totale di 1.446.808 persone che hanno scelto il Padovano come meta di vacanza. Sono i dati diffusi da Turismo Padova Terme Euganee, che ha pubblicato il report relativo all’anno scorso.

Nel Sistema Turistico Locale Padova, che comprende la città capoluogo e gli altri Comuni della Provincia (esclusa l’area Terme-Colli Euganei) si registra una buona tenuta di Padova Città con +0,50% di arrivi e +1,23% di presenze; quindi con arrivi stabili e presenze in leggero aumento con circa 14.000 pernottamenti in più rispetto all’anno 2011 per un totale di 1.144.007 presenze turistiche. Buono il dato degli stranieri con il +1,88% di arrivi e il +2,02% di pernottamenti; la performance dei Paesi europei  (Austria,Francia, Germania, Regno Unito e Svizzera) rappresenta il 24,25% delle presenze straniere totali mentre il turismo dei gruppi “near Venice” (India, Cina e Corea) incide per il 15,51%. Padova è ormai da qualche anno a pieno titolo città turistica, caratterizzata da un turismo culturale di qualità come confermano i dat i positivi di Germania e Francia, le prime due nazionalità straniere in termini di pernottamenti : infatti, queste due nazionalità rappresentano da sole il 15,78% del totale ovvero tanto quanto India, Cina e Corea assieme.

Per gli italiani invece, si registra una leggera flessione negli arrivi (–0,97%) mentre le presenze sono stabili (+0,48%). Anche Padova però – pur mantenendo, anzi incrementando, le posizioni in termini di arrivi e presenze – non sfugge al generale calo di redditività per le imprese che caratterizza in generale l’economia nazionale e mette sotto forte pressione le politiche commerciali dell’intero comparto turistico.

L’andamento turistico per gli altri Comuni del territorio padovano è in sofferenza con -3,77% negli arrivi e -6,48% nelle presenze con segni negativi sia per gli italiani che per gli stranieri; di conseguenza il Sistema Turistico Locale Padova chiude il 2012 con un -0,77% di arrivi e un  -0,95% nelle presenze

L’ambito Terme-Colli (fortemente caratterizzato dall’andamento del Bacino Termale Euganeo) nel 2012  ha registrato un -0,26% negli arrivi ed un -4,00% nelle presenze. Il Bacino Termale chiude infatti l’anno con -0,31% di arrivi  e – 4,20% di presenze. Incremento di arrivi e presenze pressoché stabili del pubblico straniero con un + 3,22% di arrivi e un + 0,72% di presenze; mentre la clientela italiana fa registrare un  -2,13% di arrivi e un –7,80% nelle presenze.

La costante riduzione della permanenza media è un altro elemento che sembra confermare i cambiamenti in atto nel mercato turistico: nel complesso dell’anno appena concluso la permanenza media alle Terme per la clientela italiana è di 3,93 giornate mentre si attesta  sulle 5,80 giornate per il pubblico delle altre nazionalità. Il calo della clientela italiana  è in linea con i dati nazionali e con le difficoltà economiche e le incertezze, soprattutto occupazionali, del nostro Paese che hanno comportato una forte contrazione dei consumi anche in campo turistico.

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 VenetoEconomia | Veneto Economia Testata giornalistica iscritta in data 19 agosto 2014 al numero 2363 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta | Policy Privacy e Cookie
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211